CINA. Elicotteri russi per le mini portaerei di Pechino

124

La Cina sta considerando l’acquisto di 36 elicotteri d’attacco navale russi, un acquisto che darebbe le ali alla nuova generazione di navi d’assalto anfibio dell’esercito cinese. L’accordo per i Ka-52K russi sarebbe il terzo più grande per la Cina e segnalerebbe una più stretta partnership di difesa tra i due paesi di fronte all’ostilità degli Stati Uniti.

«L’Esercito Popolare di Liberazione ha studiato la possibilità di acquistare i Ka-52K russi per molto tempo. Il bacino di elicotteri da sbarco Type 075 ha bisogno di un elicottero d’attacco pesante», riporta Scmp.

L’agenzia di stampa russa Avia.Pro riferisce che il Pla era molto interessato al Ka-52K e una delegazione cinese ha visitato la linea di produzione a Primorye Krai nell’Estremo Oriente russo: «È probabile che venga concluso un contratto tra Mosca e Pechino per la fornitura di almeno 36 elicotteri Ka-52K alla marina del Pla», riporta Avia.Pro. L’emittente statale cinese Cctv aveva riferito in precedenza che una delle loro troupe è stata invitata a visitare l’impianto.

Il Ka-52K, o “Black Shark”, è stato sviluppato per la Marina russa dal Kamov Design Bureau, una società russa di produzione di elicotteri.

Si tratta di una variante navale dell’elicottero da combattimento Ka-52 Alligator , con una moderna avionica per la navigazione in mare, secondo il produttore.

«Il Ka-52K è il primo elicottero d’attacco della Marina russa con pale pieghevoli e ali con pesi di decollo più elevati, che può risparmiare spazio e soddisfare le esigenze delle LHD Type 075 del Pla» riporta Scmp.

È progettato per resistere alla corrosione in mare, e può decollare con un peso di 12,2 tonnellate, circa 1,4 tonnellate in più rispetto al Ka-52 originale.

«Un’altra caratteristica del Ka-52K è il suo sedile eiettabile. È l’unico elicottero pesante al mondo ad averne uno (…) Se i due paesi siglano l’accordo sui Ka-52K, potrebbe anche incoraggiare una maggiore cooperazione tra le industrie della difesa dei due paesi», prosegue il quotidiano di Hong Kong.

Pechino ha lanciato la sua terza LHD Type 075 a gennaio, e spera di utilizzare le piattaforme anfibie come “mini portaerei”. Le piattaforme avrebbero un ruolo importante negli sbarchi sulle isole e nella difesa di quelli che Pechino dice essere i suoi interessi marittimi, in particolare nel Mar Cinese Meridionale. Ma un elemento importante è mancato.

«Il problema chiave è che i produttori cinesi di aerei non possono ancora produrre un elicottero armato pesante che possa soddisfare le esigenze di combattimento del Type 075», ha detto una fonte vicina al Pla, ripresa da Scmp. La Cina sta sviluppando versioni navali degli elicotteri Z-8, Z-9 e Z-20 sia per il Type 075 che per il meno avanzato Type 071, ma ci vorrà tempo per raggiungere gli obiettivi: «L’affare Ka-52K sarebbe una vittoria per Pechino e Mosca – la Russia ha bisogno di soldi per sostenere la sua industria della difesa, mentre la Cina ha bisogno di guadagnare tempo».

Luigi Medici