CINA. È pronta la catena di montaggio dei motori per i caccia imbarcati

92

Un’azienda cinese di armi ha recentemente completato la costruzione di una linea di produzione di motori aeronautici a media spinta di terza generazione, e per gli esperti che la Cina può ora produrre in massa aerei da guerra senza dover contare su motori importati.

Il progetto di costruzione della linea di produzione di motori aeronautici a media spinta di terza generazione ha superato un controllo di accettazione dopo il completamento della costruzione, stando a quanto riportato la scorsa settimana del National Business Daily, citando una dichiarazione di Aviation Power Co branca della Aero Engine Corporation of China. che ovviamente è di proprietà statale.

L’azienda è responsabile per lo sviluppo e la produzione di motori aeronautici per scopi militari e civili, con il focus sui prodotti militari e la ricerca scientifica per nuovi motori, su può leggere sul sito web della società.

Anche se la dichiarazione della società non ha specificato di quale motore aeronautico di terza generazione a media spinta si tratti, gli osservatori militari cinesi hanno ipotizzato che potrebbe essere il motore Ws-13, da utilizzare su aerei da guerra tra cui il jet da combattimento JF-17 sviluppato congiuntamente da Cina e Pakistan e il secondo jet da combattimento stealth della Cina, l’FC-31, che si dice possa anche diventare la prossima generazione di jet da combattimento cinese imbarcato sulle portaerei in futuro, riporta Global Times.

La Cina ha formo ad ora importato i motori russi RD-93 per questi scopi. Il completamento della linea di produzione indica che la Cina ha fatto progressi nella produzione di motori aeronautici, prosegue Global Times tabloid in lingua inglese del Renmin RIbao, giornale del Partito Comunista Cinese.

La Cina sarà, quindi, in grado di produrre su larga scala questo tipo di motori, il che permetterà la produzione di massa di aerei da guerra.

Graziella Giangiulio