Auto “verdi” per il mercato cinese

44

CINA- Pechino 26/04/2014. Le auto verdi vanno per la maggiore alla biennale cinese dell’auto, la Beijing International Automotive Exhibition.

Circa 80 veicoli “verdi” sia cinesi che stranieri, sui 1130 esposti, sono stati presentati a Pechino. L’Associazione cinese dei costruttori di automobili (Caam) ha previsto che 35mila automobili con combustibili alternativi verranno prodotte in Cina nel 2014, raddoppiando la produzione del 2013. La Cina ha imposto misure più rigorose sulle emissioni e a favore della protezione ambientale; si tratta di misure che stanno incidendo sui profitti delle case automobilistiche , ma il governo di Pechino ha anche favorito una serie di aggiustamenti e agevolazioni per stimolare il settore automobilistico: in un simile scenario, i nuovi veicoli verdi potrebbero essere i grandi vincitori. I consumatori cinesi, però, continuano a preferire i veicoli tradizionali, ad alta emissione, quando i prezzi sono equivalenti , preoccupati dalla breve durata della batteria e dalla mancanza di infrastrutture di ricarica. La cinese Byd ha iniziato l’installazione di punti di ricarica in alcune città, e la Beijing Automotive Industry Corporation fisserà punti di ricarica ogni tre km lungo le strade della capitale entro la fine del 2014. Tuttavia, gli analisti del settore auto motive sottolineano che le tecnologie più arretrate, la mancanza di marchi affermati e la scarsa scelta di modelli potrebbero ostacolare il nascente settore. La Cina è il più grande mercato automobilistico del mondo e il più grande produttore, con 22 milioni di veicoli venduti lo scorso anno, che gli hanno fatto superare gli Stati Uniti.