CINA. Aumentano i punti di ricarica per sviluppare il mercato dell’auto elettrica

30

La casa automobilistica Bmw prevede di aggiungere 360.000 punti di ricarica per veicoli elettrici in tutta la Cina nel 2021, in quanto mira a diventare un importante attore Ev nel più grande mercato automobilistico del mondo. Bmw ha detto che collaborerà con i partner locali, compreso il fornitore di infrastrutture di ricarica Ev, TGood per costruire i punti di ricarica, di cui 150.000 supporteranno modalità di ricarica rapida. Anche i veicoli di altre case automobilistiche saranno in grado di utilizzarli. L’azienda non ha detto quanto costerà il progetto, riporta Nikkei.

La decisione arriva mentre i produttori di veicoli a combustione interna stanno lottando per competere con i produttori di veicoli elettrici come Tesla, e mentre i governi forniscono un sostegno politico sostanziale per promuovere lo sviluppo e l’adozione di veicoli ad energia pulita. I punti di ricarica sono parte dell’offerta di Bmw per cogliere la domanda di Ev in Cina. L’azienda ha precedentemente annunciato che lancerà 12 modelli completamente elettrici nel paese entro il 2023, ed entro il 2025, almeno una su quattro auto Bmw vendute in Cina sarà elettrica.

Tuttavia, in un paese che copre un vasto territorio, la mancanza di infrastrutture di ricarica ha ostacolato l’adozione più ampia dei veicoli elettrici. L’anno scorso, la casa automobilistica tedesca ha raggiunto un accordo con il gigante cinese State Grid Corporation per espandere congiuntamente la rete di ricarica della nazione. Bmw ha attualmente accesso a più di 300.000 colonne di ricarica in Cina.

Secondo la China Passenger Car Association, costruire non è costoso ed è un modo efficace per rafforzare la competitività del marchio e incoraggiare gli acquisti dei clienti.

L’anno scorso, la tedesca Volkswagen ha creato una joint venture con la startup Du-Power New Energy di Shanghai per produrre “stazioni di ricarica rapida flessibili” in Cina. Entro il 2025, Volkswagen mira a costruire 170.000 punti di ricarica attraverso le partnership.

Maddalena Ingrao