CINA. Aumenta l’import dalla Russia, nonostante le sanzioni

147

Le importazioni cinesi dalla Russia sono aumentate nel mese di aprile, anche se l’Occidente impone pesanti sanzioni per l’invasione dell’Ucraina.

Le importazioni da Mosca, che è una delle principali fonti di petrolio, gas, carbone e materie prime per la Cina, sono salite del 56,6%, rispetto a un aumento del 26,4% a marzo rispetto all’anno precedente, secondo i dati commerciali pubblicati il 9 maggio.

«Sembra che Pechino abbia aumentato le importazioni di energie chiave, materie prime e cereali» riporta Nomura Holdings riposo da AF. In termini di volume, le importazioni di petrolio greggio sono aumentate del 6,6% in aprile da meno 14% un mese prima, mentre le importazioni di carbone sono balzate dell’8,4% da meno 40% un mese prima. Le importazioni di soia hanno accelerato all’8,4% in aprile da un calo del 18,4% del mese precedente.

Le importazioni di minerale di ferro e di rame sono rimaste in negative. L’aumento dei prezzi dell’energia avrebbe probabilmente anche rappresentato una parte significativa dell’aumento del valore delle importazioni russe acquistate dalla Cina.

Le esportazioni cinesi verso la Russia sono scese di quasi il 26% in termini di dollari in aprile da un anno prima, poiché Mosca lotta con le sanzioni imposte dall’Occidente da quando ha invaso l’Ucraina.

La Cina ha rifiutato di chiamare l’azione della Russia in Ucraina un’invasione e ha ripetutamente detto che il suo commercio con la Russia rimane normale. Tuttavia, alcune aziende cinesi stanno sospendendo le vendite in Russia. Il gigante dei droni DJI Technology Co ha detto che avrebbe temporaneamente sospeso gli affari in Russia e Ucraina per garantire che i suoi prodotti non siano utilizzati in combattimento.

Il ministero del Commercio cinese ha notato che alcune aziende straniere hanno costretto i loro partner cinesi a scegliere una parte nel conflitto in Ucraina, aggiungendo che le aziende e gli individui cinesi non possono soccombere alle pressioni esterne e pubblicare commenti impropri.

La Cina prenderà le misure necessarie per salvaguardare gli interessi delle sue imprese, ha aggiunto il Ministero.

Anna Lotti