CINA. Aumenta del 30% in 5 mesi il commercio con la Russia

132

Il commercio tra Cina e Russia ha subito un’accelerazione da quando Mosca ha spostato la sua attenzione sull’Asia dopo essere stata colpita dalle sanzioni imposte dall’Occidente in seguito all’invasione dell’Ucraina.

Il commercio bilaterale ha raggiunto i 65,81 miliardi di dollari nei primi cinque mesi di quest’anno, con un aumento del 28,9% rispetto al 2021, secondo i dati doganali diffusi dalla Cina il 9 giugno, secondo quanto riportato dal Global Times, che ha sottolineato come entrambe le parti stiano cercando di espandere la cooperazione nello «spirito del mutuo beneficio».

Le importazioni dalla Russia sono cresciute del 46,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, anche se la crescita delle esportazioni è stata più contenuta, appena il 7,2% da gennaio a maggio, riporta AF.

La Russia è stata il primo fornitore cinese di importazioni di energia, che hanno raggiunto un totale di 50 miliardi di dollari nel 2021, e ha costituito quasi i due terzi delle importazioni bilaterali, mentre le automobili, i ricambi auto e i telefoni cellulari cinesi sono stati popolari in Russia: «Il commercio si è esteso dalle importazioni di energia e materie prime ad altre produzioni alimentari e agricole come grano, soia, frumento e prodotti caseari».

Si prevede che il commercio Cina-Russia manterrà una crescita robusta quest’anno e potrebbe superare i 150 miliardi di dollari. «Nel 2021, il commercio bilaterale si è attestato a 146,87 miliardi di dollari», si legge nel rapporto cinese, sottolineando che la “svolta a est” della Russia è iniziata un decennio fa, ma si è accelerata quest’anno.

Ma la guerra in Ucraina ha avuto anche un impatto economico negativo. Molti produttori cinesi di macchinari e apparecchiature elettriche hanno visto crollare le loro esportazioni, poiché «la guerra ha ucciso gli ordini», secondo quanto riportato dal South China Morning Post, secondo cui le aziende cinesi erano «caute nell’incorrere nelle sanzioni occidentali». L’attuale tendenza suggerisce che Cina e Russia raggiungeranno l’obiettivo di 200 miliardi di dollari di scambi commerciali entro il 2024.

Antonio Albanese