CINA. Alieni nel Celeste Impero? Pechino smentisce

100

Un’importante scoperta archeologica di una maschera d’oro insieme a un tesoro di manufatti in un sito dell’età del bronzo in Cina ha generato un dibattito online sul fatto che ci potessero esser stati alieni in Cina migliaia di anni fa. La maschera d’oro, forse indossata da un sacerdote, insieme a più di 500 manufatti a Sanxingdui, un sito dell’età del bronzo nella provincia centrale del Sichuan, sono diventati il tema centrale dei social cinesi da quando la notizia è venuta fuori nei giorni scorsi. Gli esperti ritengono che l’area fosse un tempo abitata dagli Shu, un’antica civiltà cinese.

La maschera è simile a precedenti scoperte di statue umane in bronzo, tuttavia, le caratteristiche inumane e aliene dei reperti hanno innescato la speculazione che potrebbero appartenere a una razza di alieni. Nelle risposte raccolte dall’emittente statale Cctv, alcuni hanno ipotizzato che le precedenti maschere di bronzo avevano più in comune con i personaggi del film Avatar che con il popolo cinese. riporta Asia One.

«Questo significa che Sanxindui appartiene a una civiltà aliena?», è stata la domanda più frequente; altri hanno chiesto se i reperti provenissero da un’altra civiltà, come quella del Medio Oriente.

Il direttore dell’Istituto di Archeologia dell’Accademia Cinese delle Scienze Sociali, Wang Wei, è stato veloce a chiudere le teorie aliene: «Non c’è alcuna possibilità che Sanxingdui appartenga a una civiltà aliena (…) Queste maschere dagli occhi spalancati sembrano esagerate perché i creatori vogliono emulare l’aspetto delle divinità. Non dovrebbero essere interpretate come l’aspetto di persone comuni», ha detto.

Il direttore del Museo di Sanxingdui, Lei Yu, ha fatto commenti simili: «Era una cultura regionale colorata, fiorente insieme ad altre culture cinesi». Lei ha detto che non ci si deve stupire della reazione degli interessati all’archeologia, perché scavi precedenti hanno rinvenuto un bastone da passeggio d’oro e una statua di bronzo a forma di albero assai differenti da altri manufatti cinesi antichi.

Ma Lei ha detto che questi manufatti dall’aspetto alieno, anche se ben noti, rappresentano solo una piccola parte dell’intera collezione di Sanxingdui. Molti altri manufatti di Sanxingdui possono essere facilmente ricondotti a una civiltà “umana”. I siti di Sanxingdui risalgono al 2.800-1.100 a.C., ed il sito è sulla lista dell’Unesco dei tentativi di patrimonio mondiale. Il sito è stato scoperto in gran parte negli anni ’80 e ’90 del Novecento.

Luigi Medici