CILE. Creato il Comitato per il litio e le saline per coordinare la nazionalizzazione

163

Il governo cileno ha approvato lunedì la creazione del “Comitato per il litio e le saline” per integrare la Strategia nazionale per il litio annunciata il mese scorso in aree che coinvolgono l’Agenzia per lo sviluppo economico (Corfo) e anche come organo di consulenza tecnica.

Lo scopo del “Comitato per il litio e le saline” è quello di collaborare al raggiungimento degli obiettivi della Strategia nazionale per il litio nelle aree in cui il Corfo ha competenze o poteri, o in cui può servire come organo di consulenza tecnica. Allo stesso modo, avrà la funzione di coordinarsi con i diversi ministeri e altri enti pubblici, nonché con i governi regionali, riporta Mercopress.

Questo nuovo comitato sarà diretto da un “Consiglio strategico” composto dai ministeri delle Miniere (che lo presiederà), dell’Economia, dello Sviluppo e del Turismo, del Fisco, delle Relazioni esterne, dell’Ambiente, della Scienza, della Tecnologia, della Conoscenza e dell’Innovazione e dalla Corporazione per la Promozione della Produzione (Corfo).

Il Comitato coordinerà anche i vari ministeri e altri enti pubblici, nonché i governi regionali che partecipano al processo di sviluppo del litio. Il nuovo comitato sarà guidato da un “Consiglio strategico” composto da rappresentanti dei ministeri delle Miniere (che lo presiederà), dell’Economia, dello Sviluppo e del Turismo, delle Finanze, degli Affari esteri, dell’Ambiente, della Scienza, della Tecnologia, della Conoscenza e dell’Innovazione e del Corfo, riporta Bnamericas.

Il mese scorso il Presidente Gabriel Boric Font ha lanciato la Strategia nazionale per il litio, in base alla quale lo Stato cileno sarà un attore chiave nell’intero ciclo produttivo del minerale attraverso un’imprenditoria congiunta pubblico-privata attraverso la National Copper Corporation (Codelco).

Il piano prevede anche la creazione di una Compagnia Nazionale del Litio, un progetto che sarà inviato al Congresso.

Il Cile possiede attualmente una delle più grandi riserve di litio al mondo nelle sue saline settentrionali, con cui cerca di consolidare la sua posizione di fornitore leader a livello mondiale. Nel 2022, il litio è diventato il prodotto non rameico più esportato in Cile e si prevede che in futuro sarà un’importante fonte di reddito.

Lucia Giannini

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/