CHIPWAR. TSMC prevede una età dell’oro grazie all’IA

55

TSMC ha previsto una “età dell’oro di opportunità con l’intelligenza artificiale”, dopo una previsione ottimistica sugli utili da parte del principale progettista di chip Nvidia.

La Taiwan Semiconductor Manufacturing Company, come è formalmente noto il gruppo, ha previsto giovedì che l’industria globale dei chip, esclusi i chip di memoria, godrà di una crescita annuale dei ricavi del 10%, riporta AF.

TSMC è un importante fornitore sia di Nvidia che di Apple, i due più grandi conglomerati tecnologici americani. E la previsione di TSMC è arrivata dopo un’altra previsione secondo le quali ci saranno entrate più forti del previsto per Nvidia, fatto che ha sollevato le azioni del produttore di chip AI e di altri titoli tecnologici.

TSMC ha stimato che le vendite del secondo trimestre potrebbero aumentare fino al 30% poiché cavalca l’onda della domanda di semiconduttori utilizzati nelle applicazioni di intelligenza artificiale.

Il World Semiconductor Trade Statistics, nel frattempo, prevede una crescita del 13% per il mercato globale dei semiconduttori nel 2024.

Nvidia prevedeva che i suoi ricavi trimestrali sarebbero stati superiori alle stime e ha annunciato un frazionamento azionario, portando le azioni a un livello record e impressionando gli investitori che hanno triplicato il valore di mercato del produttore di chip nell’ultimo anno.

Le azioni di Nvidia erano aumentate del 91% quest’anno prima della chiusura delle contrattazioni statunitensi, e sono balzate del 5,9% a 1.005 dollari negli scambi estesi, raggiungendo un picco sopra la soglia psicologicamente importante di 1.000 dollari e aggiungendo circa 140 miliardi di dollari al valore del mercato azionario.

La società californiana ha dichiarato che il 7 giugno avrebbe frazionato le sue azioni dieci per uno. Ha anche affermato che aumenterà il dividendo trimestrale del 150% a 1 centesimo per azione, su base post-frazionamento.

Il rapporto sugli utili di Nvidia potrebbe aggiungere nuovo carburante alla corsa del mercato azionario che ha portato gli indici a livelli record quest’anno.

In seguito ai risultati di Nvidia, le azioni dei produttori rivali di chip legati all’intelligenza artificiale Advanced Micro Devices e Broadcom sono aumentate ciascuna di circa il 2%.

Alphabet, Microsoft, Amazon.com e altre società tecnologiche sono in competizione per una fornitura limitata di chip di fascia alta di Nvidia mentre corrono per dominare l’informatica basata sull’intelligenza artificiale.

TSMC, il produttore di chip a contratto di Nvidia, ha lavorato per aumentare la sua capacità di packaging avanzato, un vincolo chiave della catena di approvvigionamento per i processori. Il gruppo taiwanese ha dichiarato in aprile che quest’anno prevede di più che raddoppiare la propria capacità di imballaggio avanzato.

Lucia Giannini

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/