CHIPWAR. Il Regno Unito blocca l’acquisizione cinese di una fabbrica di microchip in Galles

87

Il governo britannico ha ordinato alla società tecnologica Nexperia, di proprietà cinese, di vendere almeno l’86% della più grande fabbrica di microchip della Gran Bretagna, la Newport Wafer Fab.

La mossa, che non è una sorpresa, fa seguito a una valutazione della sicurezza nazionale.

La revisione dell’acquisto di Newport Wafer Fab da parte di Nexperia nel 2021, ora nota come Nexperia Newport Ltd, è stata annunciata all’inizio dell’anno dopo l’entrata in vigore, a gennaio, della legislazione che consente al governo di esaminare e potenzialmente bloccare acquisizioni e investimenti in settori sensibili.

La legge può essere applicata retrospettivamente alle operazioni completate dal novembre 2020.

«Accogliamo con favore il commercio estero e gli investimenti che sostengono la crescita e l’occupazione. Ma se individuiamo un rischio per la sicurezza nazionale, agiremo con decisione», ha dichiarato su Twitter il ministro degli Affari Grant Shapps.

Il governo ha dichiarato che esiste un rischio per la sicurezza nazionale legato alla tecnologia e al know-how che potrebbero derivare dalle attività di semiconduttori composti presso il sito, e il potenziale di tali attività di minare le capacità britanniche. L’ubicazione del sito potrebbe inoltre facilitare l’accesso alle competenze tecnologiche dell’area del Galles del Sud e impedire che quest’area sia impegnata in progetti futuri rilevanti per la sicurezza nazionale, si legge nell’ordinanza.

Nexperia, che ha sede nei Paesi Bassi, ha dichiarato di non accettare i problemi di sicurezza nazionale sollevati e che due precedenti revisioni della sicurezza non avevano riscontrato alcun problema di sicurezza nazionale che potesse giustificare il blocco dell’acquisizione.

«Siamo sinceramente scioccati. La decisione è sbagliata e ci appelleremo per annullare l’ordine di dismissione», ha dichiarato Toni Versluijs, country manager di Nexperia nel Regno Unito.

Il governo ha dichiarato che Nexperia ha portato la sua partecipazione in Newport Wafer fab al 100% nel luglio 2021, quando ha acquisito un ulteriore 86% del capitale sociale della società.

«Il Segretario di Stato ritiene che l’ordine finale sia necessario e proporzionato per mitigare il rischio per la sicurezza nazionale», si legge nell’ordine.

Lucia Giannini

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW