Camerun 3G

78

CAMERUN – Yaoundé 28/08/2013. Grazie alla banda larga per i cellulari è aumentata la concorrenza nelle telecomunicazioni del Camerun grazie ad un nuovo operatore di rete mobile virtuale (Mvno) e alla concessione della prima licenza 3G nel paese, secondo il nuovo rapporto di Pyramid Research.

Il rapporto, “Cameroon: 3G Licensing and New MVNO to Boost Competition and Mobile Data Revenue”, offre un profilo preciso del paese nel settore delle telecomunicazioni, dei media e delle tecnologie. Inoltre, fornisce una dettagliata analisi competitiva dei settori di telefonia fissa e mobilie, traccia le quote di mercato delle tecnologie e dei servizi e monitora l’introduzione e la diffusione delle nuove tecnologie. «Il mercato delle telecomunicazioni in Camerun è stato un duopolio per molti anni, ma le attività recenti hanno cambiato questa situazione» si legge nello studio. Nel luglio del 2012, Samuel Eto’o , giocatore di calcio camerunense, ha lanciato un nuovo Mvno, chiamato Set’Mobile. Pyramid Research ha stimato che la società ha avuto 200mila clienti nel 2012 , anche con tariffe non proprio competitive rispetto ai suoi concorrenti. Prevedendo la creazione di un servizio “mobile” capace di generare il 71 per cento del reddito totale delle telecomunicazioni in Camerun nel 2018, lo studio Pyramid Research afferma che la maggiore concorrenza creata da Set’Mobile contribuirà all’aumento dei ricavi “mobile”, destinati a crescere annualmente del 7 per cento nel periodo di previsione.  Un altro operatore, Viettel , a partire dal 2014, dovrebbe movimentare il mercato grazie al fatto di essere essere i primi ad offrire 3G in Camerun. «La società prevede di coprire l’81 per cento della sua rete prima del lancio», Pyramid Research prevede che Viettel raggiungerà quota 9,8 per cento entro il 2018. Con l’adozione della banda larga “mobile”, «le entrate di dati “mobile” cresceranno ad un tasso del 26 per cento fino alla fine del periodo di previsione, raggiungendo 253 milioni di dollari entro il 2018», quando le entrate nel segmento “telefonia fissa” di mercato dovrebbero raggiungere 282 milioni di dollari . La crescita sarà dovuta principalmente all’espansione delle reti WiMax esistenti e la realizzazione di un backbone di 10 mila km di cavo in fibra ottica, che dovrà essere completato entro il 2015. Inoltre, le opere della West African System Cable e la posa di cavi sottomarini dovrebbero ridurre le tariffe delle telecomunicazioni, a beneficio della popolazione dato che il Pil nominale pro capite nel 2012 è stato stimato a poco più di 1.267 dollari.