Bujumbura entro 5 anni fibra ottica a 2GB

71

BURUNDI – Bujumbura. Sono circa 1.250 i chilometri di cavi in ​​fibra ottica depositati sul suolo burundese nel 2012, attualmente sono circa 17 le province collegate alla rete “veloce”.  Il fine è quello di ‘democratizzare’ l’accesso ancora limitato e costoso per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT).

La chiusura del progetto di 18 milioni di dollari di credito da parte della Banca Mondiale è atteso entro la fine di marzo 2014, ha riferito David Easum, direttore generale del sistema dorsale Burundi (BBS – la società privata che installa la rete in fibra ottica), nel suo intervento al 4 ° Forum nazionale sulla governance di Internet. La stessa fonte ha riferito che il primo anello di fibra ottica nel paese avrà una capacità di 10 GB, un vero salto di qualità perché si passerebbe da 0 a 10. Fino a tre anni fa in Burundi si viaggiava a 125 Mb al secondo.

Secondo Easum, entro 5 anni, la larghezza di banda internazionale arriverà ai 2 GB al secondo e sarà oggetto di significative riduzioni dei prezzi. Per ora, l’Internet del Burundi è pieno di “buchi” salti di connessioni, incapacità di scaricare dalla rete quanto necessario.  Per non parlare del prezzo: molto alto, costo che decidono di fatto le otto grandi aziende che forniscono servizi Internet, principalmente a Bujumbura la capitale politica ed economica.