Brasile e Kuwait pro bambini siriani

61

BRASILE – Brasilia. 19/01/14. Il governo brasiliano ha annunciato in occasione della 2 ° Conferenza internazionale dei donatori per la Siria che il Kuwait ha sostenuto l’iniziativa congiunta tra l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati e il Fondo delle Nazioni Unite per i bambini al di sotto la strategia lanciata dal Segretario Generale delle Nazioni Unite (ONU), Ban Ki -moon per evitare la “generazione perduta in Siria” con un contributo di 300.000 dollari.

 

Secondo il Ministero degli Affari Esteri brasiliano, le risorse devono essere indirizzate a programmi di istruzione e di protezione che aiuteranno più di 1 milione di bambini siriani ad uscire dalla povertà, l’isolamento e il trauma. Questo è il numero stimato di bambini che ora sono rifugiati a causa del conflitto in Siria, secondo le agenzie delle Nazioni Unite.

La conferenza internazionale ha pianificato investimenti per un importo pari a 2,4 miliardi dollari mercoledì 15 gennaio.
Secondo l’ Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari Umanitari, le donazioni dovrebbero aiutare i siriani riparati in luoghi di difficile accesso, in particolare i bambini, che non hanno l’assistenza sanitaria e l’istruzione . «L’assistenza umanitaria è la differenza tra la vita e la morte, la speranza e la disperazione . Essa ha già aiutato milioni di persone colpite da questa crisi» , ha detto Ban Ki -moon .

L’ evento ha avuto luogo una settimana prima della Conferenza di Ginevra II, in cui i rappresentanti di circa 30 paesi – tra cui Brasile – negoziano una soluzione politica alla crisi in Siria, che ha ucciso più di 100.000 persone in quanto la rivolta contro il presidente Bashar Al Assad nel marzo 2011.