BRASILE. È iniziata la campagna elettorale

112

È cominciata ufficialmente ieri la campagna elettorale in Brasile. il Tribunale elettorale superiore (TSE) ha ricevuto 12 richieste di registrazione di candidati alla carica di Presidente della Repubblica. Il termine per richiedere la registrazione per le elezioni è scaduto il 15 agosto. Le informazioni sui candidati sono disponibili nel sistema DivulgaCandContas. Secondo sondaggi Lula da Silva è in testa ai sondaggi con poco più del 40% dei voti. Questi avrebbe dovuto iniziare ufficialmente la sua campagna per la presidenza del Brasile con una visita a una fabbrica di São Bernardo do Campo ma, secondo una nota del Partito dei Lavoratori citata dai media locali, l’evento è stato cancellato per motivi di sicurezza.

In corsa per la rielezione e al secondo posto nei sondaggi con il sostegno di oltre il 30% degli elettori, il presidente brasiliano Jair Bolsonaro che inizierà la sua campagna nella città di Juiz de Fora, nel Minas Gerais, lo stesso luogo in cui nel 2018 ha subito un attacco con coltello in cui ha quasi perso la vita.

Quest’anno, oltre a scegliere il capo dell’esecutivo, i brasiliani votano per il governatore, il senatore, il deputato federale, il deputato statale o distrettuale.

Ed ora elenchiamo i candidati presidenziali in ordine alfabetico: Il Partito Democratico del Lavoro (PDT) ha inoltrato l’iscrizione di Ciro Gomes, segnalata dal ministro Carlos Horbach. Il candidato ha 65 anni, è avvocato, è stato governatore del Ceará ed è nato a Pindamonhangaba (SP). Avrà come vicepresidente Ana Paula Matos, 45 anni, funzionario pubblico federale, nata a Salvador (BA).

Il partito Novo ha presentato la registrazione di Felipe D’Avila, il cui relatore è il ministro Sérgio Banhos. A 58 anni, politologo e nato a San Paolo (SP), avrà come vice Tiago Mitraud, 35 anni, amministratore e deputato federale (Novo – MG), nato a Brasilia (DF).

La coalizione “Per il bene del Brasile” ha ufficializzato l’iscrizione del Presidente della Repubblica, Jair Bolsonaro, candidato alla rielezione, distribuita al Ministro Alexandre de Moraes. La coalizione è formata da PP, Repubblicani e PL. Nato a Campinas (SP), Bolsonaro, 67 anni, avrà come vicepresidente l’ufficiale militare in pensione Braga Netto, 66 anni, nato a Belo Horizonte (MG).

Il partito della Democrazia Cristiana (DC) ha ufficializzato la registrazione di José Maria Eymael, che avrà come relatore il ministro Carlos Horbach. Nato a Porto Alegre (RS), il candidato ha 82 anni ed è avvocato. Il suo vicepresidente è l’economista João Barbosa Bravo, 75 anni, di São Gonçalo (RJ).

Il Partito di Unità Popolare (UP) ha inoltrato la registrazione di Léo Péricles, segnalata dal ministro Mauro Campbell Marques. Ha 40 anni, è un tecnico meccanico e avrà come vice Samara Martins, una dentista di 34 anni. Entrambi sono nati a Belo Horizonte (MG).

La coalizione “Brasile della speranza” ha ufficializzato la registrazione di Luiz Inácio Lula da Silva (PT), con il ministro Carlos Horbach come relatore. La coalizione è composta da Federação Brasil da Esperança – Fé Brasil (PT/PC do B/PV), Solidariedade, Federação PSOL REDE (PSOL/REDE), PSB, AGIR e AVANTE. Nato a Garanhus (PE), Lula ha 76 anni ed è stato presidente dal 2003 al 2010. Avrà come vicepresidente Geraldo Alckmin (PSB), 69 anni, medico ed ex governatore di San Paolo, nato a Pindamonhangaba (SP).

Il Partito Repubblicano dell’Ordine Sociale (PROS) ha ufficializzato il nome di Pablo Marçal, la cui candidatura sarà segnalata dal ministro Alexandre de Moraes. Nato a Goiânia (GO), Pablo Marçal ha 35 anni, è un uomo d’affari e avrà come vicepresidente Fatima Pérola Neggra, 54 anni. È un’ufficiale della polizia militare e scrittrice, nata a Iporã (PR).

Il Partito dei lavoratori brasiliano (PTB) ha presentato la registrazione di Roberto Jefferson, il cui relatore sarà anche il ministro Carlos Horbach. Il candidato, 69 anni, è avvocato e originario di Petrópolis (RJ). Il vicepresidente della lista è Kelmon da Silva Souza, 45 anni, sacerdote, nato ad Acajutiba (BA).

La coalizione Brasile per tutti ha presentato la registrazione di Simone Tebet (MDB), distribuita al ministro Ricardo Lewandowski. La coalizione è composta da MDB, Federazione Cittadina del PSDB (PSDB/CIDADANIA) e PODE. Il candidato Simone Tebet, 52 anni, avvocato e senatore del Mato Grosso do Sul, è nato a Três Lagoas (MS). Avrà come vicepresidente Mara Gabrilli (PSDB), 54 anni, pubblicista e senatrice di San Paolo, nata a San Paolo (SP).

Il Partito Comunista Brasiliano (PCB) ha inoltrato la registrazione di Sofia Manzano, che farà riferire la richiesta al Ministro Ricardo Lewandowski. La candidata Sofia Manzano ha 51 anni, è docente universitaria e originaria di San Paolo (SP). Avrà come vicepresidente Antônio Alves da Silva Junior, 43 anni, giornalista, nato a Recife (PE).

Il partito União Brasil (Unione) ha depositato la registrazione di Soraya Thronicke, come riferito dal ministro Alexandre de Moraes. La candidata Soraya Thronicke, 49 anni, è senatrice del Mato Grosso do Sul ed è nata a Dourados (MS). Avrà come vicepresidente Marcos Cintra, 76 anni, professore universitario, nato a San Paolo (SP).

Il Partito Socialista Unificato dei Lavoratori (PSTU) ha ufficializzato la registrazione di Vera Lúcia Salgado, il cui relatore è anche il ministro Ricardo Lewandowski. Nata a Inajá (Stato di Pernambuco), Vera Lúcia, 54 anni, avrà come vicepresidente Raquel Tremembé, 39 anni, indigena e insegnante di scuola primaria, nata a Vargem Grande (Stato di Maranhão).

Le registrazioni sono state effettuate dopo l’approvazione dei rispettivi nomi alle convention di partito tenute dalle leggende. I dati vengono inviati tramite il CANDex, sistema sviluppato dalla Giustizia elettorale esclusivamente per la registrazione dei verbali dei congressi di partito e delle richieste di registrazione delle candidature.

Antonio Albanese