DAESH minaccia le Olimpiadi?

40

BRASILE – Brasilia 09/07/2016. Il terrorismo internazionale sta conducendo una “guerra psicologica” a ridosso delle prossime Olimpiadi 2016 a Rio de Janeiro, ma non ci sono prove di una minaccia concreta per i giochi olimpici.

Il governo brasiliano, riporta Efe, ha detto che: «Esistono tentativi di reclutare persone via Internet e attività di guerra psicologica» che vengono monitorate dalle autorità, ha detto il ministro della Sicurezza Istituzionale Sergio Etchegoyen. Anche se non è stata identificata alcuna minaccia specifica, il terrorismo è sempre una “possibilità”, nel caso di un evento come le Olimpiadi, ha aggiunto. La guerra psicologica include messaggi minacciosi sui social media provenienti da diverse parti del mondo che potrebbero aver avuto origine con i gruppi legati allo Stato islamico, ha detto il ministro. Le chat on-line sono monitorate dal Brasile e da una rete internazionale che comprende Stati Uniti e le agenzie di intelligence europee, ha poi aggiunto Etchegoyen.
Il ministro della Difesa Raul Jungmann ha detto che le forze di sicurezza brasiliane sono pronte a rispondere a qualsiasi minaccia: «Il Brasile è un paese pacifico, senza una storia di terrorismo, ma non è un paese disarmato». Uno degli eventi a possibile rischio sicurezza durante le Olimpiadi sarà la cerimonia inaugurale del 5 agosto, cui dovrebbero partecipare decine di capi di stato e di governo.