BRASILE. Cooperazione spaziale tra Seul e Brasilia

89

Innospace, startup sudcoreana specializzata in piccoli veicoli di lancio, ha firmato un contratto commerciale per il lancio di un carico utile militare brasiliano, una vittoria simbolica per la nascente industria dell’esplorazione spaziale di Seul.

In base al contratto firmato con il Dipartimento brasiliano di scienza e tecnologia aerospaziale, Dcta, Innospace condurrà il suo primo volo di prova suborbitale di Hanbit-Tlv per trasportare un sistema di navigazione inerziale chiamato Sisnav per l’Aeronautica militare brasiliana presso il Centro di lancio di Alcantara in Brasile nel dicembre di quest’anno, riporta MercoPress.

Proprio durante la prima settimana di novembre, è stata effettuata un’operazione di break bulk per scaricare parti di razzi, un carico mai visto nel porto di Santos. Circa 15 professionisti del terminal DP World hanno assistito alle operazioni di scarico del carico, che è stato issato dalla nave.

La merce è arrivata in Brasile il 3 novembre sulla Hyundai Grace, di proprietà della Hyundai, con un peso di oltre 100 tonnellate. È stata collocata in container flat rack (container specifici per carichi in sovrappeso). La merce conteneva parti della rampa di lancio, attrezzi, strutture di sollevamento e veicoli.

La gestione dello stoccaggio è stata affidata ad Asia Shipping che, in collaborazione con il terminal, ha presentato una soluzione logistica per questa operazione.

Il carico ha lasciato il porto di Busan in Corea del Sud ed era destinato al centro di lancio di Alcântara, una città vicina a São Luís, la capitale del Maranhão.

L’azienda coreana sta sviluppando Hanbit, un piccolo lanciatore di satelliti alimentato dal suo motore a razzo ibrido da 15 tonnellate. Il lancio di prova segna il primo volo di prova suborbitale per convalidare il primo stadio del motore di Hanbit-Nano, un piccolo lanciatore satellitare a due stadi in grado di trasportare un carico utile di 50 kg. Il razzo di prova di 16,3 metri pesa 9,5 tonnellate e sarà spinto da un singolo motore da 15 tonnellate.

Il Sisnav è un dispositivo di navigazione che misura la posizione di volo, la velocità e l’assetto del razzo e il lancio di prova consentirà alla Dcta di verificare il corretto funzionamento del dispositivo al decollo e durante il volo transatmosferico.

La Corea del Sud vede crescere l’elenco delle startup di razzi e satelliti spaziali nel settore privato. Nara Space Technology, una startup dedicata ai piccoli satelliti, ha dichiarato che il lancio del suo primo satellite su Space X Falcon 9 è previsto per il prossimo anno.

Maddalena Ingrao