BRASILE. Bolsonaro corre da Putin per avere lo Sputnik V

123

Il presidente del Brasile Jair Bolsonaro ha parlato con il presidente russo Vladimir Putin per telefono riguardo l’acquisto e la produzione interna del vaccino Sputnik V Covid-19, ha detto la presidenza Bolsonaro. Il Brasile sta correndo per assicurarsi più forniture di vaccino mentre una nuova ondata di Covid-19 spinge il numero di morti al punto più alto dall’inizio della pandemia.

Il Brasile ha il secondo focolaio più letale dopo gli Stati Uniti, e con il suo sistema ospedaliero sovraccarico, potrebbe presto superarlo. L’ente regolatore sanitario brasiliano Anvisa deve ancora approvare il vaccino Sputnik della Russia. Ha sospeso una sentenza sull’uso di emergenza dell’immunizzazione il mese scorso, citando documenti incompleti e mancanti, secondo The Peninsula.

Anvisa è sotto pressione per accelerare le approvazioni poiché 11 governi statali hanno già chiesto di importare 66,6 milioni di dosi del vaccino, secondo Reuters, anche se non possono ancora essere somministrate. Il ministero della Salute federale prevede di acquistare 10 milioni di dosi di Sputnik che saranno prodotte a livello nazionale dalla ditta locale Uniao Quimica.

Il Brasile sta negoziando l’invio di una squadra per ispezionare gli impianti di produzione dello Sputnik in Russia come un passo verso la produzione del vaccino a livello nazionale, ha detto martedì il presidente di Anvisa Antonio Barra Torres: «Speriamo nel caso di approvazione che sarà prodotto in Brasile», ha detto Bolsonaro in un video postato sui social media. «A Dio piacendo, risolveremo presto questo problema».

Bolsonaro si è opposto a rigide chiusure, appare spesso in pubblico senza maschera e ha espresso scetticismo sui vaccini. Gli esperti dicono che la mancanza di misure governative aggressive per contenere il virus sta contribuendo all’aumento dei casi.

Nella telefonata con Putin, Bolsonaro ha sottolineato che è necessario che la Russia si apra alle importazioni da un maggior numero di stabilimenti brasiliani per la lavorazione della carne, ha detto il comunicato dell’ufficio presidenziale. I due leader hanno anche discusso di commercio, cooperazione nella difesa, scienza e tecnologia.

Lucia Giannini