BRASILE. Bolsonaro cambia l’ad Petrobras, mettendo un militare

243

Il cambio di leadership alla Petrobras è l’ultima conseguenza dello scontro tra la società e Jair Bolsonaro sui prezzi del carburante dopo che Petrobras li ha regolati per allinearsi con le tariffe internazionali. «Altri cambiamenti sono in cantiere», ha annunciato il presidente brasiliano Jair Bolsonaro, dopo aver sostituito il Ceo della Petrobras con un ex generale. La mossa ha avuto un impatto immediato sui mercati, data la fiducia che gli investitori avevano nel rimosso economista dell’Università di Chicago, Roberto Castello Branco.

Branco è uno stretto alleato del ministro dell’economia Paulo Guedes, un campione del libero mercato che sta cercando di ridurre il ruolo dello stato nell’economia del Brasile. La partenza di Branco segnala che questi punti di vista potrebbero essere in disaccordo con Bolsonaro, riporta MercoPress.

La mossa improvvisa del presidente brasiliano potrebbe aggiungere preoccupazioni su un più ampio allontanamento dagli obiettivi politici favorevoli al mercato da parte dell’amministrazione: «Devo governare, cambiare parti che potrebbero non funzionare, e se i media sono preoccupati per il cambiamento di ieri, la prossima settimana ne avremo altri», ha detto Bolsonaro il 21 febbraio.

L’aumento dei prezzi del petrolio è stato storicamente una benedizione per Petrobras, perché ha subito pressioni da entrambe le amministrazioni amiche del business e del lavoro per sopprimere i costi del carburante. I camionisti, che hanno bloccato l’economia durante uno sciopero nel 2018 e fanno parte della base politica di Bolsonaro, si sono lamentati dell’aumento dei prezzi del diesel e hanno minacciato di scioperare, spingendo il presidente a criticare pubblicamente quelli che ha definito “aumenti eccessivi”.

Bolsonaro, ex militare, ha annunciato la nomina di Joaquim Silva e Luna il 19 sulla sua pagina Facebook per sostituire Roberto Castello Branco. Branco, che era al lavoro da quando il presidente brasiliano si è insediato nel gennaio 2019, ha ricevuto gli elogi degli investitori per aver ridotto il debito e guidato Petrobras attraverso la pandemia, ed era stato un sostenitore dell’indipendenza dall’intervento del governo. Petrobras ha detto che la decisione del governo gli era stata notificata dal ministero dell’Energia la decisione del governo di sostituire Branco.

Silva e Luna, che avrà bisogno dell’approvazione del consiglio di amministrazione di Petrobras per assumere il comando, è il primo militare a prendere il timone del produttore di petrolio dagli anni ’80. Il governo controlla la maggioranza delle azioni Petrobras e nomina sei degli 11 membri del consiglio di amministrazione.

«Un’azienda deve guardare alle questioni sociali», ha detto Silva e Luna ripreso dal giornale Valor quando gli è stato chiesto delle lamentele dei camionisti sui prezzi del diesel. «I costi del carburante, così come la valuta e l’apprezzamento del petrolio, hanno un impatto sociale, e questi fattori devono essere analizzati con il consiglio», ha detto Silva e Luna.

Silva e Luna è un ex ministro della Difesa ed è stato incaricato della diga idroelettrica di Itaipu per due anni. Si unisce ad altri due membri dell’esercito che ora supervisionano l’industria petrolifera. Il ministero dell’energia e il regolatore nazionale del petrolio, noto come ANP, entrambi gestiti da ammiragli.

Branco ha fatto progressi sui piani di lunga data per vendere le raffinerie e aprire il mercato nazionale del carburante a una maggiore concorrenza, e i prezzi basati sul mercato sono un elemento chiave per i potenziali acquirenti. La Petrobras, con sede a Rio de Janeiro, ha perso miliardi di dollari durante i mercati toro per il petrolio quando le amministrazioni precedenti hanno fatto pressione per sopprimere i prezzi interni.

Petrobras ha perso circa 4,5 miliardi di dollari di capitale di mercato venerdì dopo che Bolsonaro si è lamentato degli eccessivi aumenti dei prezzi e ha detto che i cambiamenti erano in arrivo. Le ricevute di deposito americane sono scese di quasi il 10% nel trading after-hours a New York dopo l’annuncio del cambiamento dell’amministratore delegato.

«Non interferiremo mai in questa grande azienda né nella sua politica dei prezzi, ma la popolazione non vuole essere sorpresa da aumenti di prezzo», ha detto Bolsonaro, aggiungendo che Petrobras può aumentare i prezzi finché c’è “prevedibilità” e “trasparenza”.

Graziella Giangiulio