BOLIVIA. Arce alla corte di Putin

49

Il presidente boliviano Luis Arce Catacora si recherà in Russia la prossima settimana per un incontro con Vladimir Putin, è stato confermato mercoledì a La Paz. Putin e Arce hanno avuto l’ultima volta una conversazione telefonica il 13 maggio per portare avanti le questioni di cooperazione bilaterale. Mentre la preparazione alla guerra aumenta a livello globale, il ruolo della Bolivia come paese che ospita truppe e armi iraniane non può essere ignorato.

“Abbiamo progetti molto importanti qui in Bolivia e le buone relazioni che abbiamo ci permettono di mostrarci al mondo”, ha spiegato la viceministra delle Comunicazioni della Bolivia, Gabriela Alcón, riporta MercoPress. Ulteriori dettagli sull’agenda di Arce nella capitale russa verranno resi noti più tardi, hanno precisato mercoledì anche le autorità del Paese sudamericano.

“Le questioni da affrontare sono al vaglio della Cancelleria di Stato”, ha detto Alcón ai giornalisti. Ha ammesso che “accordi e progetti molto importanti” sono allo studio “in modo reciproco orizzontale e nel rispetto tra gli Stati”. Alcón ha inoltre spiegato che sarà compito del Ministero degli Esteri boliviano divulgare tutti i dettagli sull’itinerario del presidente.

La settimana scorsa, il consigliere presidenziale russo Yuri Ushakov aveva annunciato che Arce avrebbe partecipato alla sessione plenaria del XXVII Forum economico internazionale di San Pietroburgo (SPIEF) dal 5 all’8 giugno. “Posso dire che per il momento è certo che il presidente della Bolivia verrà ” ha osservato Ushakov sul forum.

Nell’agosto dello scorso anno Arce aveva dichiarato all’agenzia russa Sputnik che intendeva visitare la Russia quest’anno. “Ho avuto diverse conversazioni telefoniche con il presidente Putin. Mi ha già invitato per poter visitare la Russia. Vorremmo farlo. Dobbiamo rendere le nostre agende compatibili (…). Stiamo considerando il 2024 come data possibile per visitare la Russia”, aveva detto allora.

Arce ha anche affermato durante il vertice BRICS di Johannesburg nell’agosto dello scorso anno che il suo governo era interessato ad attirare investimenti da parte della russa Gazprom. “Credo che stiamo facendo progressi abbastanza rapidi negli ultimi tre anni con la Russia, e questo è dovuto alla fiducia”, ha aggiunto.

Anna Lotti

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/