BITCOIN. Salta la criptovaluta dei valori civili

104

La Civil Media Company, azienda che progetta di rivoluzionare il giornalismo creando una nuova economia blockchain, non è riuscita ad attrarre investimenti sufficienti, con la conseguente cancellazione della sua offerta iniziale di monete, Ico.

Cmc voleva raccogliere 8 milioni di dollari attraverso le vendite della sua cripto-valuta Cvl, riporta Asia Times, ma le sue ambizioni erano troppo alte e l’azienda ha annunciato che avrebbe rimborsato tutti gli acquisti simbolici entro il 29 ottobre. L’obiettivo di Civil era quello di riaccendere un collegamento più diretto tra lettori e giornalisti, escludendo dall’equazione gli inserzionisti, gli editori e altri, secondo il loro sito web.

Civil aveva raccolto fondi da 681 persone provenienti da 61 paesi, per un totale di poco più di 1,3 milioni di dollari, che era ben al di sotto del loro obiettivo. Il più grande investitore è stata la ditta Blockchain ConsenSys, che ha acquistato più di 1,1 milioni di dollari in gettoni Cvl nel mese di settembre, pari all’82% del totale.

La Civil Media Company non si è data per vinta e sta progettando di lanciare una nuova Ico. Una volta che la nuova crypto sarà distribuita, Civil lancerà tre nuove funzionalità, un’applicazione di governance della comunità chiamata The Civil Registry, un plugin di pubblicazione a blockchain per WordPress e uno strumento di sviluppo per gli sviluppatori per costruire applicazioni sulla piattaforma. ConsenSys ha già accettato di acquistare 3,5 milioni di dollari del valore di questa nuova crypto.

La cancellazione dell’Ico è stata una battuta d’arresto, ma non uno shock, riporta Cmc, in quanto il settore ha appena assistito ad un mercato rallentato in cui le valute cripto sono diminuite di quasi il 75% dai picchi di gennaio.

L’interesse per le Ico di criptovalute è calato anche perché la fiducia degli investitori vacilla e le autorità di regolamentazione statunitensi rimangono incoerenti con le normative in vigore.

Graziella Giangiulio