Minsk distrugge mine antiuomo

82

BIELORUSSIA – Minsk. 01/06/14. Mine antiuomo distrutte nella regione di Gomel, fonte agenzia Belta. Il giudice ha emesso un provvedimento secondo cui (2271 sul territorio) vi sarà l’«Eliminazione di munizioni contenenti mine PFM-1, in Bielorussia».

«La struttura dispone di moderne attrezzature di nuova generazione, che permette di smaltire ogni giorno oltre 8.000 mine e monitorare tutti i processi di riciclaggio in tempo reale» – ha detto alla cerimonia, il Vice Ministro della Difesa della Bielorussia Igor Lotenkov. Inoltre, ha aggiunto che la Bielorussia dovrebbe eliminare più di 3.357.000 mine PFM-1. «L’implementazione delle attività del progetto utilizzeranno le munizioni di cui sopra, rispettando pienamente gli obblighi internazionali della Bielorussia in materia di utilizzo delle mine antiuomo, nonché per ottimizzare lo stoccaggio di munizioni» ha detto Lotenkov.

Il lavoro sul posto sarà effettuata in tre turni, sei giorni alla settimana. Si prevede che a fine luglio, la capacità di produzione prevista della società. «Nell’autunno del 2007, la Commissione Europea ha individuato quattro milioni di euro per progetto di assistenza tecnica internazionale “Eliminazione di munizioni contenenti mine PFM-1, in Bielorussia». La “Petalo” (PFM-1) è una miniera d’azione di fabbricazione sovietica. Ed è una copia esatta delle miniere americane BLU-43 / B «Dragontooth». Funziona quando il bersaglio passa sul sensore. Quando si calpesta una mina l’esplosivo liquido so fonde, causando al fuoco.