Nascono i “Berkut” kirghizi

65

KIRGHIZISTAN – Bishkek. 07/03/14. Il Ministero degli Affari Interni del Kirghizistan, ha creato un reggimento speciale per reprimere le proteste di massa. Fonte interfax, che cita il ministro per gli Interni Abduldu Suranchiev.

Secondo Suranchiev, l’unità eseguirà compiti simili a quelli svolti in Ucraina dai “Berkut”. E secondo rumors dovranno entrare in azione se vi saranno penetrazioni da parte di terroristi.

In precedenza erano state utilizzate dellle forze di poliiza interne, ma dopo l’unità è passata sotto il controllo dello Stato Maggiore Generale, ed ora il Ministero dell’Interno ha dato vita alla propria divisione. Il ministro ha detto che nel reggimento speciale svolgerà compiti di pattugliamento e di controllo del servizio anti proteste di massa.

Attualmente il reggimento è formato da 600 persone, 400 delle quali si trovano a Bishkek, e 200 – a Osh. Suranchiev ha anche detto che il Kirghizistan vuole creare un nuovo punto di contatto per la sicurezza sul territorio del Kirghizistan.

Il ministro ha sottolineato che la mossa non è legata agli eventi che si stanno verificando in Ucraina. Le Forze Speciali “Berkut” esistono dal 1992 ed ora sono quattromila. Nel mese di febbraio 2014 “Berkut” partecipato attivamente alla repressione delle manifestazioni di massa e rivolte che hanno portato al cambiamento di potere in Ucraina.