Benzina dai batteri

69

COREA DEL SUD-Daejeon. 03/10/13. A riportare la notizia della prima benzina prodotta da batteri ogm è stata la rivista inglese Nature: il risultato è stato ottenuto da un team di esperti e ricercatori coordinato da Sang Yup Lee del Kaist,l’Istituto avanzato di scienza e tecnologia coreano.

Un passo importante per l’umanità e per il futuro sviluppo di benzina sostenibile. Il carburante è stato ottenuto intervenendo geneticamente sul batterio Escherichia coli ( E.coli), uno dei microrganismi più studiati in tutti i laboratori , il quale già in passato aveva dimostrato di poter produrre benzina diesel grazie all’ingegneria genetica.

Le possibilità di sostituire i combustibili fossili diventano ora concrete: i composti organici della benzina, gli alcani, sono costituiti da catene corte di atomi di carbonio e di idrogeno, il diesel invece è costituito da alcani a catena lunga e finora, grazie all’intervento genetico sul batterio E.coli, sono stati prodotti alcani a catena lunga, costituiti da 13-17 atomi di carbonio, adatti a sostituire il diesel. Ma per la prima volta, i ricercatori intervenendo sul batterio sono riusciti a riprogettarne il metabolismo per produrre alcani a catena corta: da un litro di brodo di coltura si ricavano 0.58 milligrammi di carburante.

«Non è una quantità elevata» sottolinea il coordinatore del team Sang Yup Lee «ma è un buon inizio per cominciare produrre benzina in modo sostenibile per l’ambiente».