Barzani incontra Erdogan

96

IRAQ – Erbil. Il primo ministro del governo regionale del Kurdistan iracheno, Nechirvan Barzani si è incontrato con il suo omologo turco Recep Tayyip Erdoğan Barzani nel tardo pomeriggio del 25 marzo.

Si tratta di una visita che arriva dopo quella del segretario di Stato Usa John Kerry, cher si è fermato a sorpresa nella capitale irachena.

Non sono stati rilasciati dettagli su ciò che Erdoğan e Barzani abbiano discusso. Kerry aveva già parlato, il 24 marzo, per telefono con il presidente Massoud Barzani, chiedendogli di bloccare le iniziative unilaterali che li hanno messi in contrasto con il governo di Baghdad, facendo particolare riferimento alle iniziative che coinvolgono le risorse petrolifere del paese, come lo è il contratto in discussione con la Turchia. Un oleodotto permetterebbe, infatti, ai curdi iracheni di esportare il petrolio direttamente in Turchia; questa possibilità è fonte di grandi preoccupazioni a Baghdad. Le preoccupazioni irachene sono condivise dagli Stati Uniti, che temono un riacutizzarsi dell’instabilità nel Paese, acutizzata dall’indipendenza economica dei curdi.

Per quel che riguarda le esportazioni di petrolio, Baghdad afferma che ha solo il governo centrale abbia il potere di controllare le esportazioni dell’Iraq, che possiede le quarte più grandi riserve di petrolio al mondo, mentre i curdi dicono che il loro diritto di vendere petrolio è sancito dalla Costituzione federale irachena. 

 

Si veda anche in proposito: 

AGC Erbil rinnova gli accordi con Gazprom

AGC Erbil continua a sfidare Baghdad

AGC Ankara tra Kurdistan iracheno e turco