Parigi appoggia l’Onu a Bangui

72

REPUBBLICA CENTRAFRICANA- Bangui 30/08/2013. La Francia, in collaborazione con i suoi partner africani, sta preparando una risoluzione da presentare al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per sostenere gli sforzi di stabilizzazione e potenziare l’azione delle Nazioni Unite nella Repubblica Centrafricana, lo ha rivelato il portavoce del Ministero degli Affari Esteri francese, Philippe Lalliot, il 28 agosto a Parigi.

Durante una conferenza stampa, Lalliot ha sottolineato il pieno sostegno della Francia alla missione internazionale nel paese sotto l’egida dell’Unione africana per fermare il deterioramento della situazione della sicurezza e i massacri perpetrate da gruppi armati contro i civili. «Francia ribadisce il suo sostegno a questa missione. Si saluta l’iniziativa presa dai membri della Comunità economica dell’Africa centrale e dell’Unione Africana per porre fine alla crisi nella Repubblica Centrafricana. Così come l’Unione europea, la Francia ha potenziato la sua assistenza nel campo umanitario», ha detto Lalliot. Il portavoce del ministero degli affari esteri francese ha poi espresso il desiderio del suo paese di vedere la fine dell’iter della proposta che sarà presentata al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite a New York nel corso delle prossime settimane. Ci sono più di 500 soldati francesi nello stato africano, ufficialmente per rafforzare la sicurezza dei cittadini francesi presenti, e se, necessario, evacuarli. I soldati controllano l’aeroporto di Bangui e garantiscono la sicurezza dell’ambasciata francese nella capitale.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl ranking della Polizia
Articolo successivoIl nuovo Vietnam