BALCANI. La Commissione europea promette aiuti per il sostegno alle sanzioni contro la Russia

121

«È chiaro che la Serbia deve aumentare gli sforzi per riallinearsi alla politica estera Ue»: queste le parole utilizzate dal Commissario europeo per l’allargamento e la politica di vicinato, l’ungherese Olivér Várhelyi, nel corso di un intervento del 12 ottobre a Strasburgo. Várhelyi faceva chiaramente riferimento anche alla decisione di Budapest di collaborare con la Serbia per garantirle l’accesso all’oleodotto Družba, agevolando le importazioni di petrolio russo nonostante le sanzioni imposte dai vicini partner europei.

Nel corso del suo intervento il Commissario per l’allargamento ha anche garantito aiuti economici e finanziari ai paesi di area balcanica che per allinearsi alle politiche sanzionatorie di Bruxelles dovranno sganciarsi dalle importazioni di fonti energetiche dalla Russia. Il tema delle sanzioni chiaramente riguarda anche l’avanzamento delle candidature a paesi membri Ue: in effetti, subito dopo aver promesso l’aiuto di Bruxelles per accelerare il processo di indipendenza energetica dalla Russia, Varhélyi ha aggiunto che Albania e Macedonia del Nord stanno procedendo nella giusta direzione verso l’integrazione europea.

Secondo il rapporto della Commissione, invece, «la Serbia dovrebbe adempiere al proprio impegno e allinearsi progressivamente alla politica estera e di sicurezza comune dell’UE, comprese le misure restrittive dell’UE». Accanto alle riforme di giustizia e stato di diritto che generalmente Bruxelles richiede ai paesi candidati, la principale condizione da rispettare per poter ambire a entrare a far parte dell’Unione ora è sui rapporti con la Russia e sull’appoggio alle sanzioni.

«Abbiamo bisogno del sostegno della Serbia» ha ribadito Varhélyi nel corso dell’intervento, pur sapendo che il legame tra Mosca e Belgrado ora è garantito anche dal lavoro del premier ungherese Orbán, lo stesso che propose la sua nomina a Commissario europeo per l’allargamento e la politica di vicinato.

Carlo Comensoli