BALCANI. Eliminato il roaming

1130

I sei stati dei Balcani occidentali hanno eliminato le tariffe di roaming per la regione a partire dal 1° luglio, attuando l’ultimo passo di un accordo firmato due anni fa.

La rimozione delle tariffe di roaming segue gli sforzi per aumentare la cooperazione regionale nel commercio e negli investimenti – anche se ostacolata da profonde divisioni all’interno della regione – mentre ognuno di essi mira ad un’eventuale adesione all’Ue, riporta BneIntellinews.

Albania, Bosnia ed Erzegovina, Kosovo, Macedonia del Nord, Montenegro e Serbia hanno concordato per la prima volta di ridurre i prezzi del roaming nel 2015. I sei paesi hanno firmato un accordo per eliminare le tariffe di roaming nell’aprile 2019, e da allora le stanno riducendo gradualmente.

«Oggi è un giorno storico per la regione. Stiamo eliminando le barriere, i confini e le tariffe di roaming della telefonia mobile», ha scritto il segretario generale del Consiglio di cooperazione regionale Majlinda Bregu.

«I Balcani domani saranno senza roaming. È solo il primo passo (…) speriamo di farlo anche con le persone e le imprese nei Balcani. Stiamo lavorando duramente per aprire le frontiere, eliminare le tariffe, aumentare il commercio, e renderlo tale non solo per i telefoni cellulari, ma anche per le persone in modo che possano viaggiare e lavorare senza restrizioni. Domani saremo molto più vicini ai nostri obiettivi regionali comuni».

Il primo Ministro della Macedonia del Nord Zoran Zaev ha valutato la rimozione delle tariffe come un successo per la regione ispirato dall’Unione europea.

Il ministro serbo del Commercio, del turismo e delle telecomunicazioni Tatjana Matic ha detto che l’applicazione delle tariffe “roam like home” per il territorio dei Balcani occidentali permetterà agli utenti di parlare, inviare Sms e utilizzare dati mobili attraverso le reti, senza preoccuparsi di bollette potenzialmente elevate per i servizi di telefonia mobile.

Ha notato che l’accordo è un «passo avanti comune della regione e che contribuirà a un più forte scambio economico in tutti i settori», ha detto un comunicato del governo.

Secondo il regolatore delle telecomunicazioni del Montenegro, Ekip, la rimozione delle tariffe di roaming non aumenterà i prezzi all’interno del paese.

Anna Lotti