Bahrein battuta d’arresto sul dialogo

78

BAHRAIN – Manama. 28/01/14. Nonostante l’apertura della famiglia reale al dialogo tra sunniti e sciiti. Ieri in Bahrain i gas lacrimogeni della polizia sono stati lanciati contro i manifestanti che lanciavano pietre in un villaggio a ovest della capitale ddurante il funerale di un giovane morto in cause da accertare.

 

La piccola isola monarchia del Golfo arabo storico un alleato degli Stati Uniti, ha subito disordini da quando le proteste di massa guidate da maggioranza musulmani sciiti sono scoppiati all’inizio del 2011 per richiedere riforme e una quota maggiore del potere nel governo sunnita. Gli episodi di violenza di domenica, sono sorti dopo la morte di un ventenne Fadhel Abbas, la tragica morte del ragazzo minaccia di bloccare sul nascere quel tentativo di riavviare i negoziati tra il governo del Bahrain, guidato dalla famiglia regnante al- Khalifa, e gruppi di opposizione.

La polizia ha detto che Abbas è stato arrestato l’8 gennaio con l’accusa di contrabbando di armi ed esplosivi ed è morto sabato. Secondo la polizia il ragazzo nel tentativo di sfuggire all’arresto è finito sotto un auto. Centinaia di persone hanno partecipato al suo funerale nel villaggio di Diraz Domenica, hanno detto i testimoni.

Successivamente, i manifestanti hanno bloccato le strade e hanno incendiato i detriti nelle strade, mentre le forze di sicurezza hanno tentato di rompere le file della folla.

L’opposizione principale, Wefaq, ha detto che alla famiglia Abbas è stato impedito vedere il figlio in ospedale, ma una nota del governo nega. Wefaq ha distribuito fotografie del corpo del ragazzo che sembrano mostrare una grande ferita sulla parte posteriore della testa.

La scorsa settimana, il principe ereditario del Bahrain ha riavviato colloqui in stallo con l’opposizione per incontrare il leader del Wefaq lo sceicco Ali Salman.

Egli ha anche nominato un delegato dalla famiglia regnante a partecipare al dialogo e ha concordato su un elenco di argomenti di discussione.

L’ ultimo round di colloqui di riconciliazione era stato sospeso lo scorso anno opposizione e governo si sono accusati a vicenda per l’interruzione del dialogo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteThe Square
Articolo successivoMarocco povero?