Aznavour ad Almaty non parla di politica

37

KAZAKHSTAN – Astana. 17/09/13. Ospite d’onore all’International Film Festival “Eurasia”, che si sta svolgendo ad Almaty dal 16 al 21 settembre, Charles Aznavour accolto da critica e pubblico con lunghi applausi. Il Film Festival “Eurasia”, nasce per implementare lo sviluppo delle relazioni tra il Kazakistan e la Francia, i cui governi hanno un interessi comuni nel settore.

Negli anni passati, gli ospiti erano francesi film Film Festival stelle Pierre Richard, Catherine Deneuve, Gerard Depardieu, Sophie Marceau, Isabelle Adjani, Christopher Lambert, Vincent Perez. «Al nono Film Festival», si legge su Radio Liberty «è stato invitato una figura davvero leggendaria – Charles Aznavour, un famoso cantante e attore francese, che l’anno prossimo festeggerà 90 anni». Aznavour arriva ad Almaty, in Kazakistan per la prima volta. «Quando è entrato nella sala conferenza stampa, tutti i partecipanti lo hanno accolto con una standing ovation». Charles Aznavour ha accettato di rispondere a tutte le domande, tranne a quelle di carattere politico. L’attore ha infatti partecipato a numerosi film a carattere sociale e politico, tra cui un film francese “Ararat”, dedicato al genocidio armeno, Aznavour è di origine armena. Quando gli è stato chiesto se per lui era una questione di onore recitare nel film, ha detto: «è stato un periodo in cui non volevo essere associato con il film. Ho accettato l’offerta recitare in esso, perché io sono armeno, e mi piaceva partecipare a un film che parlava delle mie origini armene».

Al centro della scena al Festival Internazionale del Cinema “Eurasia” il concorso che vede in gara 12 film provenienti da Asia ed Europa: “Le mie sorelle” (Germania), “In Bloom” (Georgia), “Honey” (Italia), “Ilo Ilo “(Singapore),” Passion “(Kirghizistan),” gilt “(Tagikistan),” Non ti preoccupare, Sarah “(Iran),” Vadzhda “(Germania, CA)” Ciclo “(Turchia),” Henry “(Francia ), “Shame” (Russia), “bauyr” (Kazakistan).

Oltre ai 12 film in concorso verranno mostrati circa 60 film nei seguenti settori: “Dynamic cinema kazako”, “Central panorama asiatico”, “Giorni del Cinema russo”, “Giorni del cinema del Kirghizistan”, “Keane: Est – Ovest”, “The Best film, comparto cinema mondiale “,” documentari”.