Ashgabat e Baku discutono di gas

52

TURKMENISTAN – Asgabat 19/04/2014. Il presidente della compagnia petrolifera di Stato dell’Azerbaigian (Socar), Rovnag Abdullayev, in visita in Turkmenistan, ha discusso dello sviluppo della cooperazione tra i due Paesi nel settore petrolifero e del gas.

Ha reso noto la visita del 18 aprile, un comunicato del governo turkmeno.
Nel comunicato si comunica che la delegazione azera è stata ricevuta presso il Ministero degli Esteri di Asgabat: «Durante i negoziati condotti in un clima costruttivo, le parti hanno discusso questioni relative al rafforzamento dell’amicizia e della cooperazione tra Turkmenistan e l’Azerbaigian, nonché l’ulteriore sviluppo delle relazioni bilaterali, compresa la cooperazione nel settore del petrolio e del gas» si legge nel comunicato.
Turkmenistan e Azerbaijan sono interessati ad utilizzare percorsi alternativi per la distribuzione delle risorse energetiche della regione del Mar Caspio verso l’Europa. Gli idrocarburi del Turkmenistan possono essere portati sul mercato europeo passando per il Mar Caspio attraverso la costruzione di un oleodotto lungo 300 km sul fondo del mare fino alla costa dell’Azerbaigian.
Poi il carburante può passare in Turchia, che ha una frontiera comune con i paesi europei.
La Trans-Caspian pipeline potrebbe diventare parte dei grandi progetti del corridoio meridionale del gas. Ashgabat ritiene che per la posa dei tubi sotto il Mar Caspio, il cui status giuridico non è ancora stato determinato, sia sufficiente il consenso di entrambi i paesi,Turkmenistan e Azerbaigian, e dei territori interessati al progetto.
L’Azerbaigian, da parte sua, ha espresso la disponibilità a offrire il proprio territorio, le opportunità di transito e le infrastrutture per l’attuazione di questo progetto. La leadership del Turkmenistan ha manifestato la disponibilità di condurre analisi di impatto ambientale coinvolgendo esperti internazionali.