Azerbaijan con l’ONU sulla questione siriana

69

AZERBAIJAN – Baku. 28/09/13. L’Azerbaigian supporta la risoluzione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite sulla distruzione delle armi chimiche in Siria, il ministro degli Esteri Elmar Mammadyarov lo ha riferito, parlando a New York in occasione della riunione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite sulla situazione in Siria.

 

L’Azerbaigian auspica che una posizione unanime e decisiva, dimostrata dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, contribuirà alla ricerca di una soluzione politica al conflitto in Siria, con lo scopo di porre fine alle sofferenze del popolo siriano e di garantire l’adempimento degli obblighi delle parti in conformità con il diritto internazionale,  ha riferito Mammadyarov.

Venerdì scorso il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha adottato una risoluzione sulla distruzione delle armi chimiche della Siria. La risoluzione ha detto saranno adottate misure in conformità con la Carta delle Nazioni Unite del capitolo VII, in caso se la risoluzione non è soddisfatta, come pure in caso di trasferimento illegale di armi chimiche e l’uso di essi da parte di chiunque in Siria.

Baku condanna fermamente l’uso di armi chimiche e l’uccisione di popolazione civile, ha dichiarato il ministro.

Il ministro degli Esteri azero ha anche detto che la risoluzione ribadisce che l’uso di armi chimiche è una violazione del diritto internazionale e minaccia la pace e la sicurezza internazionale.

Secondo il ministro degli Esteri azerbaijano, il sostegno del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per la sovranità, l’integrità territoriale e l’indipendenza della Siria è di particolare importanza.