Tbilisi e Baku: gas, petrolio e armi

128

GEORGIA – Tbilisi 29/05/2014. Il ministro della Difesa dell’Azerbaijan, generale Zakir Hasanov, ha iniziato oggi una visita ufficiale in Georgia per discutere della cooperazione tra i due paesi.

Dopo la cerimonia ufficiale di benvenuto presso il ministero della Difesa georgiano, le delegazioni dei due paesi hanno iniziato una riunione a porte chiuse. Durante la conferenza stampa congiunta successiva, tenuta dal ministro della Difesa azero Zakir Hasanov con il suo omologo georgiano Irakli Alasania, è stato annunciato che l’Azerbaijan potrebbe essere interessato all’acquisto di materiale militare georgiano.
Hasanov, infatti, ha detto che avrebbe visitato gli stabilimenti industriali militari Delta in Georgia per vederne i prodotti.
Hasanov, visiterà anche il Krtsanisi National Training Center in cui i militari georgiani si stanno preparando a partecipare alle operazioni in Afghanistan. Durante il bilaterale è stata data particolare attenzione alla cooperazione tra Turchia – Azerbaijan – Georgia, hanno detto i due ministri.
«Questa collaborazione rafforzerà le nostre forze armate e garantirà la sicurezza nella regione», ha detto Alasania.
Il ministro georgiano ha sottolineato che esiste oggi un esempio tangibile dell’ottima collaborazione tra i tre attori: la sicurezza dei gasdotti. Alasania ha inoltre richiamato l’attenzione sulla cooperazione militare bilaterale, sottolineando che la Georgia e l’Azerbaigian hanno fatto ottime esperienze nel settore.
Anche il ministro azero Hasanov ha espresso la speranza che simili relazioni possano essere intensificate.
Azerbaigian e Georgia stanno attivamente collaborando nel settore energetico: l’oleodotto Baku – Tbilisi – Ceyhan e il gasdotto del Caucaso meridionale (Baku – Tbilisi – Erzurum) passano attraverso il territorio della Georgia. Si prevede di ampliare il gasdotto del Caucaso meridionale per garantire l’esportazione del gas azero verso l’Europa, attraverso una serie di interventi sul territorio dell’Azerbaigian e della Georgia collegati dall’oleodotto Baku- Supsa attraverso cui passa il petrolio estratto dai giacimenti offshore di Azeri – Chirag – Guneshli.