Azerbaijan frena la EEU

39

AZERBAIJAN – Baku. 24/05/15. Battuta di arresto per l’Azerbaigian. Secondo l’ambasciatore azero in Russia, Polad Bulbuloglu l’Azerbaigian non può entrare nell’Unione economica eurasiatica (EEU) fino a quando il conflitto nel Nagorno-Karabakh è stato risolto.

Lo ha detto durante una intervista a Russia 24 canale TV. «Il nostro paese ha più di un milione di profughi, il 20 per cento dei nostri territori sono stati occupati», ha detto l’ambasciatore. «Avere un conflitto tale sul nostro territorio», non ci consente di essere nella stessa  lega con il paese aggressore «finché questa questione non sarà risolta noi non aderiremo». L’ambasciatore, fonte Trend.az, ha detto che la questione sarà presa in collaborazione  solo dopo la soluzione del conflitto del Nagorno-Karabakh. I membri dell’Unione economica eurasiatica sono Armenia, Bielorussia, Kazakistan e Federazione russa. Il suo scopo è quello di realizzare una politica economica coordinata e creare una zona di libera circolazione delle merci, dei servizi, dei capitali e del lavoro. Il trattato che istituisce la Comunità è stato firmato 29 maggio 2014 ad Astana ed è entrato in vigore 1 gennaio, 2015.