AZERBAIJAN. Cresce di 2.7 volte il transito dei camion stranieri

40

Detto fatto: Kazakistan, Uzbekistan e Azerbaigian hanno firmato un memorandum di cooperazione sull’interconnessione dei sistemi energetici. Obiettivo: produrre energia verde per poi esportarla in Europ attraverso il territorio dell’Azerbaigian, integrando i sistemi energetici e organizzando l’uso efficiente delle risorse rinnovabili.

Il documento è stato firmato a seguito di un incontro tenutosi il 1° maggio a Tashkent dei ministri dell’Economia e dell’Energia dei tre Paesi.

E a proposito dei trasporti si apprende dall’Agenzia per i trasporti terrestri dell’Azerbaigian (AYNA) sotto il Ministero dello sviluppo digitale e dei trasporti che nel 2023, il numero del traffico in transito attraverso il territorio dell’Azerbaigian da parte di veicoli locali è aumentato di 3,8 volte rispetto al 2021 ed è ammontato a 36.387.

AYNA ha spiegato che negli ultimi tre anni c’è stato un aumento significativo nel numero del traffico di transito di camion stranieri e locali attraverso l’Azerbaigian. Secondo i dati, se nel 2021 i veicoli azeri hanno effettuato 9.551 trasporti di transito attraverso il territorio del paese, nel 2022 questa cifra ammontava a 23.366.

Nel 2021, i veicoli stranieri hanno effettuato 85.293 spedizioni di transito attraverso il territorio dell’Azerbaigian, nel 2022 – 176.789 e nel 2023 – 229.756 spedizioni di transito. Pertanto, durante il periodo in esame, la crescita del traffico di transito è stata di 2,7 volte.

Negli ultimi tre anni, il numero totale di trasporti di merci in transito attraverso l’Azerbaigian su strada è stato di 94.844 nel 2021, 200.155 nel 2022 e 266.143 nel 2023. In generale, il trasporto di merci in transito su strada è aumentato di 2,8 volte negli ultimi tre anni. 

Molte attese inoltre sono riposte nell’accordo di pace con l’Armenia che metterebbe fine a una criticità regionale, secondo alcuni, e ne apre un’altra secondo altri. Il transito dei mezzi indica in ogni caso la capacità azerbaijana di aver sfruttato a pieno la crisi geopolitica implementando la sua centralità nel Caucaso

Luigi Medici

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/