AUTOMOTIVE. Si ferma la produzione Toyota in Giappone

179

Toyota Motor Corp ha dichiarato martedì di aver sospeso le operazioni in tutti i 14 stabilimenti di assemblaggio in Giappone a causa di un malfunzionamento del sistema di produzione, portando la produzione nazionale a un punto morto.

La produzione delle auto Toyota e Lexus è stata colpita. Il problema lascia la più grande casa automobilistica giapponese incapace di elaborare gli ordini di componenti. Il problema sta impedendo a Toyota di ordinare componenti e gli esperti della casa stanno cercando di risolvere il problema, anche se “probabilmente non è dovuto a un attacco informatico”, ha detto un portavoce, ripreso da Reuters.

La Toyota ha sospeso 12 stabilimenti nel suo mercato interno da martedì mattina e ha aggiunto gli ultimi due dal pomeriggio, ha detto il portavoce. Non era chiaro quanta produzione sarebbe andata persa.

Gli stabilimenti insieme rappresentano circa un terzo della produzione globale della casa automobilistica, riporta Reuters.

La produzione interna di Toyota era in ripresa dopo una serie di tagli alla produzione attribuiti alla carenza di semiconduttori. La produzione è aumentata del 29% nel periodo gennaio-giugno, il primo aumento di questo tipo in due anni.

​ La produzione giapponese è stata in media di circa 13.500 veicoli al giorno nella prima metà dell’anno, secondo i calcoli di Reuters. Ciò esclude i veicoli delle case automobilistiche del gruppo Daihatsu e Hino.

Già l’anno scorso le operazioni furono interrotte per un giorno quando un fornitore subì un attacco informatico, ostacolando la capacità di Toyota di ordinare componenti. Toyota in quell’occasione, ha ripreso le operazioni utilizzando una rete di backup.

Gli analisti hanno affermato che la Toyota potrebbe essere testata per compensare la produzione persa durante l’interruzione, ad esempio effettuando turni aggiuntivi.

«La produzione funzionava a pieno regime, quindi c’è poco spazio aggiuntivo per la produzione», ha affermato Seiji Sugiura, analista del Tokai Tokyo Research Institute.

Tutti e 14 gli impianti sono poi tornati alla normalità quest’oggi.

Tommaso Dal Passo

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/