AUTOMOTIVE. Il mercato cinese registra un eccesso di offerta di batterie per EV

151

I principali produttori di batterie per veicoli elettrici in Cina hanno tagliato il personale perché non ricevono abbastanza ordini per utilizzare appieno la loro capacità produttiva in rapida crescita.

Il ciclo negativo nel settore delle batterie per veicoli elettrici è iniziato in parte perché il governo cinese, dall’inizio di quest’anno, ha smesso di sovvenzionare gli acquirenti di veicoli elettrici. Inoltre, il rallentamento del settore è dovuto all’aumento dei costi delle materie prime, riporta AT.

Secondo alcuni esperti del settore, a causa del rallentamento della domanda globale di veicoli elettrici, alcuni produttori di batterie cinesi si stanno diversificando verso il settore dello stoccaggio di nuove energie.

Secondo TFCaijing.com, negli ultimi mesi la maggior parte delle fabbriche di batterie per veicoli elettrici di Changzhou, nella provincia di Jiangsu, si sono ridimensionate. La maggior parte dei produttori di batterie EV ha assunto più personale all’inizio del 2022, ma ora non ha più posti di lavoro vacanti.

La produzione combinata di tutti i produttori di batterie EV a Changzhou è aumentata del 140% a 170 miliardi di yuan (24,7 miliardi di dollari) lo scorso anno rispetto al 2021. L’hub dei principali produttori di batterie EV, tra cui Contemporary Amperex Technology Co (CATC) e China Aviation Lithium Battery (CALB), produce circa il 20% di tutte le batterie EV in Cina.

La CALB non permetterebbe al personale di fare straordinari perché ora riceve meno ordini. Il numero di lavoratori della fabbrica CALB di Changzhou sarebbe già sceso a 5.000 rispetto al picco di 10.000 unità.

Secondo la China Industry Technology Innovation Strategic Alliance for Electric Vehicles, nel 2022 le aziende cinesi hanno prodotto 545,9 GWh di batterie per veicoli elettrici, di cui 294,6 GWh sono stati utilizzati nelle automobili e 68,1 GWh sono stati spediti all’estero. Ciò significa che nel 2022 si è registrato un eccesso di offerta di circa 180 GWh di batterie EV.

Contemporary Amperex Technology Co (CATL) è il più grande produttore mondiale di batterie agli ioni di litio per veicoli elettrici. Nel 2021 le aziende cinesi hanno prodotto 219,7 GWh di batterie per veicoli elettrici, di cui 154,5 GWh sono stati effettivamente utilizzati nelle automobili.

Alla fine dello scorso anno, CATL deteneva una quota del 50,1% del mercato cinese delle batterie per veicoli elettrici, seguita da BYD (24,2%), CALB (5,6%), Gotion High tech (4,7%) ed Eve Energy (2,4%). Il resto è stato condiviso da aziende più piccole come SVOLT Energy Technology Co.

La China Industry Technology Innovation Strategic Alliance for Electric Vehicles, a novembre 2022, aveva previsto che la domanda di auto a nuova energia in Cina sarebbe diminuita nel 2023, con conseguente eccesso di offerta di batterie EV. Gli ultimi dati sulle vendite di auto gli hanno dato ragione.

La China Passenger Car Association ha dichiarato lunedì scorso che nel primo trimestre di quest’anno sono state vendute in totale 1,31 milioni di unità di veicoli a nuova energia, con un aumento del 22,4% rispetto all’anno precedente. Tuttavia, tale crescita è stata molto più lenta rispetto all’aumento del 147% su base annua registrato nello stesso periodo del 2022.

Il tasso di penetrazione dei veicoli elettrici in Cina è salito il mese scorso al 34,2% dal 28,1% dell’anno precedente, il che significa che circa un terzo delle autovetture vendute di recente sono elettriche o ibride.

Alla fine del mese scorso, le principali case automobilistiche cinesi, tra cui BYD e Changan Automobile, detenevano complessivamente il 67% del mercato nazionale dei veicoli elettrici, mentre Tesla ne deteneva il 14%. Le joint venture tra aziende straniere e locali, come Audi-FAW, detenevano una quota di mercato del 6%. Altri operatori minori sono NIO, Li Auto e XPeng.

Secondo Canalys, una società di analisi del mercato tecnologico, il tasso di crescita annuale delle vendite globali di veicoli elettrici è sceso dal 107% del 2021 al 55% dello scorso anno.

Dopo che Tesla ha lanciato il suo primo veicolo elettrico, chiamato Roadster, nel 2008, la Cina ha deciso di dare impulso al settore dei veicoli elettrici. Nel 2010, il governo cinese ha iniziato a offrire sussidi agli acquirenti di veicoli elettrici. Questa politica è terminata all’inizio di quest’anno.

La maggior parte dei produttori di batterie per veicoli elettrici sta cercando di ridurre i costi, poiché la situazione di eccesso di offerta del settore probabilmente continuerà per il resto dell’anno.

Secondo un rapporto di ricerca pubblicato da AVIC Securities, la domanda globale di batterie utilizzate negli impianti solari, eolici e idroelettrici crescerà a 233GW nel 2025 rispetto ai 50GW del 2022.

Maddalena Ingrao

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/