ASTRONOMIA. Scoperta un Luna che ha più massa del Sole

133

Gli astronomi hanno scoperto la stella nana bianca più piccola ma più massiccia mai vista. Secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Nature, la stella “molto speciale” ha una massa superiore a quella del nostro sole, il tutto racchiuso in un corpo relativamente piccolo, di dimensioni simili alla nostra luna. Si è formata quando due stelle nane bianche meno massicce, che hanno trascorso la loro vita come una coppia in orbita l’una intorno all’altra, si sono scontrate e si sono fuse insieme.

Alla fine della loro vita, la stragrande maggioranza delle stelle diventano nane bianche, che sono essenzialmente cadaveri fumanti, oltre ad essere uno degli oggetti più densi dell’universo insieme ai buchi neri e alle stelle di neutroni. Tra circa 5 miliardi di anni, il nostro sole diventerà una gigante rossa prima di subire lo stesso destino.

Anche se può sembrare controintuitivo, le nane bianche più piccole sono più massicce perché le nane bianche mancano della combustione nucleare che tiene in piedi le stelle normali contro la loro stessa gravità, e la loro dimensione è invece regolata dalla meccanica quantistica, riporta Cbs.

La stella morta altamente magnetizzata, chiamata ZTF J1901+1458, si trova relativamente vicina alla Terra, solo circa 130 milioni di anni luce di distanza. È stata scoperta dalla Zwicky Transient Facility, Ztf, dell’Osservatorio Palomar del Caltech.

Quando le due nane bianche si sono fuse, si sono combinate per formare una nuova stella, circa 1,35 volte la massa del nostro sole, la più massiccia del suo genere mai trovata. Se una delle due stelle avesse avuto solo una massa leggermente maggiore, la fusione avrebbe provocato un’intensa esplosione chiamata supernova. ZTF J1901+1458 ha anche un campo magnetico “estremo” quasi 1 miliardo di volte più forte del Sole, che ruota rapidamente per completare una rivoluzione completa in soli sette minuti. Il sole impiega circa 27 giorni per completare una rotazione.

Maddalena Ingrao