Doha: blocco Asean vuole unico accredito diplomatico

66

QATAR – Doha. 25/07/13. Il Ministero degli Affari Esteri del Qatar ha intenzione di dare vita a una “unità dedicata” per le relazioni tra il Qatar e i paesi ASEAN con l’intento di stabilire relazioni più strette con il blocco di 10 membri dei paesi del Sudest asiatico. A riferirlo l’ambasciatore filippino Crescente Relacion.

I rappresentanti dell’Associazione delle Nazioni del Sudest asiatico (Asean) hanno incontrato a Doha il Primo Ministro e Ministro degli Interni lo sceicco Abdullah bin Nasser bin Khalifa al-Thani e il Ministro degli Esteri Khalid bin Mohamed Al-Attiyah. I Paesi ASEAN hanno chiesto al ministro degli Esteri del Qatar di intraprendere un percorso economico politico per riuscire ad ottenere nel Paese del Golfo lo status di persona giuridica. La richiesta è stata fatta dalla Commissione dei Paesi ASEAN rappresentati da Filippine, Malesia, Indonesia, Vietnam, Thailandia, Brunei e Singapore. Presieduti dall’ambasciatore del Vietnam, Le Hong Phan. Gli ambasciatori hanno presentato diverse opportunità offerte dai loro rispettivi paesi che hanno più di 600 milioni di cittadini e 2.3 trilioni di dollari di prodotto interno lordo (PIL), il che li rende l’ottava più grande economia del mondo. Il blocco sta mirando ad avere una comunità economica dell’ASEAN entro la fine del 2015. Relacion ha detto che il Qatar potrebbe sfruttare le opportunità derivanti da questo sviluppo, investendo in uno qualsiasi dei paesi membri. Questo consentirebbe a Doha di: «Beneficiare di un’economia collettiva visto che le barriere doganali tra i 10 paesi sono state eliminate», ha osservato.

Relacion ha riferito che il Qatar ha investito nel settore delle telecomunicazioni in Indonesia e Singapore. Ha vinto anche la gara per una licenza di telecomunicazioni in Myanmar. «Il Qatar ha notevoli investimenti in Malesia, Thailandia e recentemente ha anche concluso un progetto di 1,5 miliardi di dollari petrolchimico in Vietnam».