Putin: l’Artico è russo!

76

RUSSIA – Mosca 06/10/2013. Il presidente russo Vladimir Putin ha promesso il 3 ottobre che la Russia espanderà la sua presenza nella regione artica, aggiungendo che sono in corsoi lavori per ripristinare un importante base militare sovietica.

Parlando ad una riunione con i militanti del principale partito del Cremlino, Russia Unita, Putin ha detto che la regione artica è fondamentale per gli interessi economici e di sicurezza della Russia.

Putin ha poi detto che l’esercito russo ha restaurato una base militare sovietica sulle nuove isole siberiane chiusa dopo il crollo sovietico. Ha aggiunto che l’impianto è la chiave per proteggere le vie marittime che collegano l’Europa con la regione del Pacifico attraverso l’Oceano Artico.

«L’Artico è una parte inalienabile della Federazione russa, è stato sotto la nostra sovranità per un paio di secoli», ha detto Putin, «e sarà così per il tempo a venire».

Russia, Stati Uniti, Canada , Danimarca e Norvegia hanno tutti cercato di affermare la giurisdizione sulle zone dell’Artico , che si crede contenga fino a un quarto del petrolio e del gas ancora da scoprire.

La Russia ha bloccato e arrestato con l’accusa di pirateria l’equipaggio, 30 membri, di una nave di Greenpeace che ha protestato contro una piattaforma petrolifera russa nel Artico.