La Russia schiera i Mig 31 nell’Artico

63

Il ministero della Difesa russo sta per schierare caccia intercettori a lungo raggio Mig-31 nella base artica di Rogachyovo sull’isola di Novaya Zemlya entro la fine del 2012.

Scopo dello schieramento è la difesa della Federazione da attacchi provenienti da nord. Il Mig-31 ha un raggio d’azione di 1450 km che può arrivare a 5400 km con rifornimenti in quota; nono stante la Russi anno abbia un sistema radar che copre l’intera area nord del suo territorio, l’equipaggio del Mig-31 può intercettare obiettivi fino a 200 km grazie ai suoi avanzati sistemi missilistici.

Si tratta del più veloce intercettore al mondo che recentemente è stato aggiornato nell’avionica e nei sistemi cyber; oggi può seguire fino a 10 obiettivi contemporaneamente. Stando a fonti ufficiali il dispiegamento in una base coperta di ghiaccio per la gran parte dell’anno non crea nessun problema di gestione dei mezzi. I nuovi aerei andranno ad aggiungersi ai Su-27 di stanza nella base dal 1993.