Armeni contro l’Unione doganale

33

ARMENIA – Yerevan. 04/09/13. Manifestazione di protesta in Armenia contro l’adesione del Paese all’Unione doganale con Kazakhstan e Russia. 

 

Davanti alla residenza del presidente si è riunita una folla di persone che ha inscenato una protesta con canti: « Russia, vai via!’»,’«Serge, vai via!»,  «Libera indipendenza dell’Armenia». 

L’a decisione dell’Armenia di aderire all’Unione doganale di Bielorussia, Kazakistan e Russia, è stata data alla stampa attraverso una dichiarazione congiunta dei presidenti di Russia e Armenia a latere della firma degli accordi tra Russia e Armenia, che prevedono l’apertura di una sede staccata dell’Università di Mosca a Yerevan. Firmato ieri dopo i colloqui tra i leader dei due paesi.

I manifestanti laici hanno parzialmente bloccato la strada siedendosi sull’asfalto di fronte alla residenza Baghramian del Presidente del paese, il corrispondente del “Caucasian Knot”. La polizia ha spostato i manifestanti in piazza per la liberazione dei veicoli. Ci sono stati degli arresti.