Fernandez sotto accusa

55

ARGENTINA – Buenos Aires 16/05/2016. L’ex presidente Cristina Fernandez è sotto accusa per presunte irregolarità in una serie di operazioni effettuate dalla Banca Centrale che il suo governo aveva autorizzato.

Il giudice Claudio Bonadio ha approvato gli atti d’accusa contro Fernandez, contro l’ex ministro dell’Economia Axel Kiciloff, e l’ex capo della Banca centrale Alejandro Vanoli insieme ad altre 12 persone. II procedimento era iniziato nel novembre 2015; secondo l’accusa la Banca centrale avrebbe venduto futures in dollari al di sotto dei tassi di mercato per sostenere la moneta argentina. Simili operazioni avrebbero determinato una perdita per la Banca centrale di 1,55 miliardi di pesos (105,5 milioni di dollari) e per questo Fernandez e gli altri devono essere ritenuti responsabili. A novembre 2015, Vanoli si era difeso dicendo che l’intervento effettuato erta «normale e abituale» per la Banca centrale nel mercato dei futures, in linea con la legge e lo statuto della banca.