ARGENTINA. Buenos Aires vuole pagare l’import brasiliano in pesos

158

Il ministro dell’Economia argentino Sergio Massa si recherà in Brasile insieme al presidente Alberto Fernández per trovare alternative di credito attraverso le quali spendere meno dollari nel commercio bilaterale.

Secondo i media argentini, il Brasile finanzierà un’esportazione che verrà pagata direttamente in pesos alle aziende brasiliane, che poi convertiranno i pesos in reais. La questione è già stata discussa in precedenti incontri tra Massa e il suo omologo brasiliano, Fernando Haddad.

Massa ha già mediato ulteriori esborsi dal Fondo Monetario Internazionale, ha effettuato uno swap di yuan con la Cina e ora sta aprendo la porta a un nuovo tavolo di negoziazione con il Brasile per frenare l’impennata del dollaro USA rispetto alla valuta argentina, riporta MercoPress.

“Si stanno negoziando quattro opzioni” con Haddad e con il segretario al Tesoro brasiliano Gabriel Galipolo, oltre che con il vicepresidente Geraldo Alckmin, che è anche ministro dell’Industria e del Commercio, è stato riferito. L’operazione verrebbe etichettata come “un credito all’esportazione”, secondo le parole di Galipolo, che ha anche dichiarato ai media locali che sotto Michel Temer e Jair Bolsonaro il Brasile ha smesso di finanziare le sue esportazioni e i meccanismi di compensazione con l’Argentina, il che ha permesso l’avanzata della Cina.

“Negli ultimi cinque anni, a causa della mancanza di meccanismi di finanziamento delle esportazioni brasiliane e delle importazioni argentine, abbiamo perso circa 6 miliardi di dollari di spazio nella bilancia commerciale con l’Argentina a favore della Cina, che ha fornito meccanismi di finanziamento con mezzi di pagamento alternativi, come lo swap, o dando credito all’esportatore”, ha dichiarato il funzionario a GloboNews.

I vicini degli Stati Uniti sono passati all’azione dopo che l’Argentina ha iniziato a lottare con il tasso di inflazione più alto degli ultimi 30 anni. Ha raggiunto quasi il 100% e non è più in grado di utilizzare la sua moneta è troppo debole.

Argentina e Brasile commerciano attivamente tra loro: il fatturato commerciale nei primi 11 mesi del 2022 è stato di 26,4 miliardi di dollari, con un aumento di quasi il 21% rispetto allo stesso periodo del 2021.

Lucia Giannini

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/