ARGENTINA. Buenos Aires si ribella ai peacekeeper kosovari alle Malvinas

242

Nella contrapposizione tra Londra e Buenos Aires, entra Pristina. Il ministero degli Esteri argentino ha dichiarato che si opporrà fermamente alla presenza di truppe kosovare nelle Isole Falkland, anche se a scopo di addestramento, perché sarebbe una violazione delle risoluzioni delle Nazioni Unite.

Un  allarme dell’ambasciata argentina in Serbia ha messo in guardia il Segretariato del ministero degli Esteri delle Falkland . Nello specifico si trattava di una comunicazione dell’ambasciatore Osvaldo Mársico al segretario di zona Guillermo Carmona. L’ambasciata argentina in Serbia ha informato il Segretariato delle Malvinas che il Parlamento del Kosovo ha approvato l’invio di un gruppo di soldati albanesi del Kosovo alle Falkland come “missione di supporto alla pace” e come parte degli accordi militari con il Regno Unito, riporta MercoPress.

Il Kosovo è una piccola repubblica indipendente autoproclamata nel 2008 con l’avallo degli Stati Uniti e di altre potenze della NATO. Il parlamento del Kosovo ha approvato l’invio di un gruppo di soldati kosovari nelle Falkland come “missione di sostegno alla pace” e nell’ambito dei suoi accordi militari con il Regno Unito.

Non c’è stata alcuna conferma ufficiale da parte del ministero della Difesa britannico riguardo a queste manovre, che l’Argentina considera “prova della militarizzazione” dell’Atlantico meridionale, per le quali sarà presentata “una forte protesta formale al Regno Unito”.

«Il Governo respinge con forza l’intenzione di inviare nuove truppe militari alle isole Malvinas, territorio argentino illegittimamente occupato dal Regno Unito, che costituisce un’ingiustificata dimostrazione di forza e un deliberato allontanamento dalle richieste di numerose risoluzioni internazionali dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e di altri forum internazionali», hanno dichiarato al Clarín fonti del ministero degli Esteri argentino.

L’Argentina ha anche respinto «la presunta natura di “missione di pace” dell’attività militare in questione come totalmente ingiustificata».

L’Argentina non ha mai riconosciuto il Kosovo, ex provincia della Serbia, come Stato indipendente, ma circa 100 altri Paesi lo hanno fatto, eccetto quelli che hanno conflitti territori come la Russia e la Cina. Né è riconosciuto dall’Unione Europea, dove molti ne mettono in dubbio l’esistenza, tra cui Spagna, Grecia, Romania e Slovacchia. E l’Argentina non lo riconosce proprio per la questione Malvinas come precedente.  Secondo quanto riferito, nel settembre 2022 il Kosovo e il Regno Unito hanno firmato un accordo sul dispiegamento di truppe. Accordi simili sarebbero in vigore tra il Kosovo e gli Stati Uniti.

Anadolu Agency ricorda che le forze di sicurezza kosovare sono  formate da 3.000 regolari e circa 1.000 riservisti; «I deputati e l’Assemblea del Kosovo hanno approvato l’invio di un contingente della Forza di sicurezza del Kosovo (FSK) in missione nelle Isole Falkland, parte del Regno Unito». E ha aggiunto che è stato concordato che sette membri dell’Fsk saranno inviati in questa missione.

I caschi blu argentini sono stati dispiegati come parte di una missione di pace delle Nazioni Unite in Kosovo nel 2006 per fornire assistenza soprattutto ai bambini albanesi kosovari.

Tommaso Dal Passo

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/