ARABIA SAUDITA. Crescono i pellegrini russi all’Hajj

35
Screenshot

Più di 25.000 russi musulmani hanno intrapreso il pellegrinaggio annuale dell’Hajj ai luoghi santi della Mecca e Medina, in Arabia Saudita, stabilendo un nuovo record a seguito dell’aumento delle quote e dell’allentamento delle restrizioni pandemiche.

La delegazione russa dell’Hajj comprende anche sei pellegrini provenienti dalla regione contesa e non riconosciuta del Donbas in Ucraina, guidati da Rashid Bragin, presidente dell’Amministrazione Spirituale dei Musulmani della Repubblica popolare di Donetsk. La missione fa parte di un numero crescente di musulmani in Russia, con la popolazione che nella sola Mosca ora dovrebbe raggiungere oltre 1,5 milioni di persone, in parte a causa degli immigrati dall’Asia centrale e dal Caucaso, riportano Arab News e BneIntelliNews.

Tuttavia, nonostante il numero record di pellegrini russi, non tutti coloro che desideravano intraprendere l’Hajj potevano farlo. Il costo medio di un tour Hajj è di circa $ 3.000, un prezzo che è aumentato a causa della complessità dei trasporti e della logistica e dello spazio limitato negli hotel accreditati.

Inoltre, è stato rafforzato il controllo sull’arrivo dei pellegrini per combattere l’aumento dei pellegrini illegali. Le frodi contro i potenziali pellegrini sono diventate più frequenti, sia in Russia che nel mondo.

L’Hajj, uno dei cinque pilastri dell’Islam, è un pellegrinaggio alla Mecca e a Medina che ogni musulmano dovrebbe intraprendere almeno una volta nella vita.

L’Hajj culmina nella festa dell’Eid al-Adha, celebrata dai musulmani di tutto il mondo. Nel 2024, i giorni di punta dell’Hajj vanno dal 14 al 17 giugno, con l’Eid al-Adha che cade il 16 giugno.

La comunità musulmana di Mosca è in costante crescita a causa dei tassi di natalità più elevati e dell’aumento della migrazione dalle regioni prevalentemente musulmane. Tuttavia, ci sono solo poche moschee a Mosca, il che spesso porta al sovraffollamento, soprattutto durante le principali festività religiose.

L’Arabia Saudita ha lanciato un servizio di taxi aereo a guida autonoma per i pellegrini durante la stagione religiosa di quest’anno, riportava il 12 giugno la SPA. Il taxi volante elettrico è progettato per trasportare i pellegrini attraverso i luoghi santi, facilitando il rapido trasferimento di emergenze e forniture mediche e consegnando merci.

Anna Lotti

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/