La megadiga amazzonica non verrà costruita

52

BRASILE – Brasilia 05708/2016. L’Istituto Brasiliano delle Risorse Naturali Rinnovabili e Ambientali (Ibama) ha annunciato il 4 agosto l’annullamento della licenza di costruzione del mega-progetto di São Luiz do Tapajós, una gigantesca diga idroelettrica che avrebbe stravolto il cuore dell’amazzonia brasiliana.

Riporta la notizia un comunicato di Greenpeace che applaude la decisione: la diga avrebbe causato danni irreversibili per l’ambiente e minacciato le terre e la sopravvivenza del popolo indigeno Munduruku. Ci sono altri 42 progetti idroelettrici previsti per il bacino del fiume Tapajós e centinaia previsti per l’Amazzonia; le dighe finora costruire in Amazzonia hanno avuto impatti significativamente negativi sulle comunità indigene, l’ambiente e sono state implicate in scandali di corruzione. Negli ultimi mesi, più di un milione e duecentomila persone in tutto il mondo hanno voluto sostenere la lotta degli indigeni Munduruku per dire no alla diga di São Luiz do Tapajós.