Tebessa monitorata da 1000 occhi

43

ALGERIA – Algeri. 13/10/14. Inaugurazione a Tebessa di “Um Ali” che dipenderà dalla Direzione Generale per la Sicurezza Nazionale. Si tratta di un centro di “sistema intelligente” in grado di monitorare spazi determinati, decisi dalla polizia. A dirlo domenica in conferenza stampa dal Direttore Generale della Sicurezza Nazionale, il generale di Abdelghani Hamel. Da Um Ali verranno inviate immagini in tempo reale alla sede centrale sui detenuti in carcere nel pieno rispetto dei diritti umani. Ma non solo, tale strumentazione è idonea a monitorare le zone di forntiera.

 

Hamel ha spiegato ai rappresentanti della società civile che il funzionamento del dipartimento di sicurezza Umm Ali aumenta la copertura di sicurezza in tutto lo stato di Tebessa pari al 95 per cento. 

Egli ha sottolineato «la necessità di rispettare e in ogni circostanza il diritto e dei diritti umani», sottolineando l’importanza «che deve essere data al fianco della buona accoglienza dei cittadini e indirizzarli e ascoltando le loro preoccupazioni». E include la sede del dipartimento di sicurezza, uffici “Um Ali” di polizia giudiziaria e l’ordine pubblico e la sicurezza delle strade e la sede della centrale di analisi dei dati e 8 ostelli obbligatoria Mrkda per le forze di polizia. Prima di questo, centro di sicurezza, era stato inaugurato dal direttore generale della Sicurezza Nazionale a Tebessa la sala di ripresa per cui sono stati spesi 80 milioni di D.j 

Il centro a Tebessa sarà anche di supporto alla polizia di frontiera e rappresenta «la prima linea di difesa e garantisce la sicurezza delle frontiere nazionali» proposta «per coordinare la sicurezza nel Paese».  

E al suo posto, ha chiesto Direttore Generale della Sicurezza Nazionale per il modus operandi di questo centro e intorno le attrezzature confine di sorveglianza, software e attrezzature utilizzate dagli agenti prima di chiamare il centro per fare più di uno sforzo per migliorare il livello di prestazioni di tutti vigilare e garantire la sicurezza del paese.