Algeria, accolti i ricorsi dei candidati

44

In Algeria, a meno di una settimana dal voto, il 10 maggio, sono stati accolti i ricorsi di 151 candidati, su 251, dai tribunali amministrativi.

Ad annunciarlo ad Algeri il Capo Dipartimento della giudiziaria e legale della Giustizia Mohamed Amara. Mr Amara a margine di un convegno nazionale sulle missioni delle commissioni elettorali e la commissione elettorale Wilaya della comunità nazionale all’estero ha dichiarato, alla APS, «che tutte le sentenze sui ricorsi sulle liste dei candidati sono coerenti con la normativa vigenti». Norma che, ha riferito ancora il funzionario, declina anche la partecipazione delle donne nelle assemblee elette e che ha istituito un processo di aumento graduale del tasso di candidati di sesso femminile nelle assemblee elettive dal 20-50 %. Il direttore generale di libertà pubbliche e gli affari giuridici del ministero degli Interni e governo locale, il signor Mohamed Talbi non solo ha assicurato un’ampia partecipazione femminile nelle liste elettorali ma ha anche detto che prevede che120,130 donne saranno elette e siederanno in parlamento. La commissione elettorale del Wilaya è responsabile per la messa in comune dei risultati il giorno delle elezioni, ricevendo i verbali delle commissioni elettorali comunali, ha il compito di trasmettere la PV al Consiglio costituzionale, l’unico organo autorizzato a dichiarare i risultati entro 72 ore dopo le elezioni. Le quattro circoscrizioni elettorali all’estero previste dalla legge, vale a dire Parigi, Marsiglia, Tunisi e Washington avranno diritto a otto seggi con 2 posti per ogni circoscrizione elettorale.