Integrazione regionale in Africa

79

TUNISIA- Tunisi. 29/09/13. L’ottava Conferenza economica africana, organizzata congiuntamente dalla Banca africana di sviluppo (AfDB), la Commissione economica delle Nazioni Unite per l’Africa (Commissione economica per l’Africa (ECA) e il Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo (UNDP), si terrà dal 28-30 ottobre 2013 in Johannesburg, Sud Africa.

A riferirlo in un comunicato stampagli organizzatori, che Venerdì, ha fatto sapere che la conferenza, il cui tema è “L’integrazione regionale in Africa”, riunirà i responsabili politici di alto livello, capi di stato, ricercatori di spicco ed esperti, sviluppo dell’Africa e del mondo. Ciò indica che i partecipanti potranno discutere le questioni relative agli sforzi dei paesi africani per mobilitare le risorse e integrare le loro economie di sviluppare le loro economie regionali o nazionali.
La conferenza esaminerà gli sforzi in diversi settori e aree, tra cui finanza, trasporti stradali, riserve di potenza, gestione delle risorse idriche, la convergenza fiscale e la mobilità del lavoro. Questo indica che le discussioni si concentreranno su questioni specifiche sia i paesi a medio reddito che per quelli che riguardano gli stati particolarmente fragili. Tra i nodi da sciogliere l’integrazione tra i Paesi, la messa in cantiere di progetti per potenziare le l’infrastruttura di rete regionale, soprattutto nel settore dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni, e la gamma del quadro giuridico, istituzionale e normativo inadeguato, che non possono essere ignorate. Gli osservatori indicano che la conferenza 2013 dovrà inoltre, fornire un forum unico per le presentazioni di approfondimento delle politiche basate sulla ricerca di accademica e talenti emergenti del continente. Secondo gli organizzatori, la cerimonia di apertura della conferenza saranno presiedute dal presidente Jacob Zuma del Sud Africa, Helen Clark, Amministratore dell’UNDP, Donald Kaberuka, presidente della ADB e Abdalla Hamdok, e dal vice segretario esecutivo della Corte dei conti.