Africa 2015 l’anno della svolta

49

TUNISIA – Tunisi. I Ministri e membri del parlamento tunisino stanno pensando al post 2015. Si ritrovano oggi tutti ad Hammamet per partecipare insieme agli altri membri dei parlamenti della regione per partecipare alla terza e ultima consultazione regionale per definire la posizione dell’Africa sul post-2015 e per indicare le priorità di sviluppo.

 

Il primo summit di consultazione sub-regionale sul post-2015 si è tenuto lo scorso ottobre a Mombasa, Kenya (1-2 ottobre 2012) e il secondo a Dakar, Senegal sempre nel 2012 ma a dicembre. 

La questione non è di poco conto perché da questi summit dovrebbero uscire le scelte strategiche per lo sviluppo regionale gli incontri hanno visto il patrocinio della  Banca Africana di Sviluppo (AfDB), con le Nazioni Unite per lo Sviluppo (UNDP), la Commissione dell’Unione Africa (AUC) e la Commissione economica per l’Africa (ECA) come co-organizzatori. Le consultazioni comprendono tavole rotonde e sessioni di breakout più su questioni chiave per lo sviluppo come la crescita inclusiva e sostenibile, lo sviluppo umano, l’istruzione e l’innovazione tecnologica. La posizione africana per l’agenda del post 2015  sarà approvata dai Ministri africani e ratificato dai capi di Stato in occasione del vertice dell’Unione Africana in maggio 2013.